Gli italiani al volante? Più previdenti e meno superstiziosi

I risultati di un sondaggio promosso da Mobil 1, svolto su base anonima da Lightspeed Research, agenzia che si occupa di ricerche online, su un campione di 2.507 guidatori, di cui il 70% uomini e 30% donne

È un italiano che si allontana sensibilmente dagli stereotipi quello che emerge da un sondaggio realizzato per conto del marchio Mobil 1 per conoscere le abitudini degli italiani alla guida e la loro familiarità con la manutenzione dell'auto. Un italiano sempre più previdente e meno superstizioso, che ama tenersi informato e che riscopre il piacere di stare alla guida della propria auto. Il sondaggio, effettuato su base anonima, è stato condotto da Lightspeed Research Ltd, agenzia con partner proprietari che si occupa di ricerche online, dal 1° al 10 novembre 2010 su un campione di 2.507 guidatori italiani, di cui il 70% uomini e 30% donne.
STILE E PREFERENZE NELLA GUIDA
Il 54,6% degli intervistati ama guidare trovandosi la strada libera davanti, perché consente di guidare in modo rilassato senza correre - e far correre - rischi o incontrare ostacoli. Mentre il 32% ha dichiarato che ascoltare la musica giusta mentre si è alla guida aiuta ad affrontare il percorso più piacevolmente. Ma ciò che sorprende è quell'8,2% degli intervistati per i quali sperimentare il cambio automatico è fonte di appagamento, mentre, se proprio dobbiamo cercare la soddisfazione pura il 5,1% degli italiani non si fa problemi nel confermare che il piacere più grande è partire per primo al semaforo.
L'idea di guidare su una strada libera è anche alla base della preferenza espressa dal 51,3% degli uomini intervistati, che alla domanda «dove preferisci guidare» ha dichiarato la predilezione per le strade di montagna immerse nel verde, non condivisa dalle donne che invece (44,2%) preferisce guidare in città o in autostrada. Tutti concordano però nell'amare la guida lungo strade non conosciute, rivelando anche un certo gusto nel trovarsi al volante per scoprire nuovi luoghi e nuovi panorami.
Il momento più sgradevole - per il 46,4% degli intervistati - è senza dubbio lo stare fermi in coda, ma in molti (31,7%) dichiarano anche un particolare fastidio per l'indecisione dell'automobilista che li precede. Il 20,6% non sopporta quando l'automobilista davanti non mette la freccia per svoltare e solo l'1,4% degli intervistati dichiara che quello che trova in assoluto più fastidioso quando è in macchina è il passaggio del classico gatto nero che attraversa la strada.
L'accessorio più desiderato dalla maggioranza degli intervistati (54,4%) è il navigatore satellitare e, a seguire, il 20,9% degli intervistati gradirebbe trovare in auto al momento dell'acquisto un prontuario su come eseguire personalmente i vari controlli dell'auto o, per il 13%, una guida alle strade più sicure. Ma anche il pilota automatico sarebbe gradito.
MANUTENZIONE DELL'AUTO
Coloro che pensano che gli italiani siano poco previdenti e a tratti anche un po' naïf saranno costretti a ricredersi. La prima cosa di cui si preoccupano gli italiani in vista di un viaggio è proprio il check dell'auto.
Dalla ricerca Mobil 1 emerge che ben il 50,9% degli intervistati in procinto di intraprendere un lungo viaggio controlla accuratamente lo stato della propria auto prima ancora di decidere e di pianificare il miglior percorso da seguire.
Il sondaggio rivela anche un particolare interessante riguardo a cosa preoccupa maggiormente chi sta al volante. Delle spie sul cruscotto, quelle che mettono più ansia ai guidatori italiani sono quella dell'olio (37,7%) e quella dei freni (33,3%), seguono ad ampia distanza la spia dell'acqua (15%) e del carburante (14%).
Estremamente curioso è il dato relativo alla dimestichezza degli intervistati con l'olio motore, vertiginosamente in crescita risulta infatti essere la percentuale delle donne in grado di fare autonomamente il controllo dell'olio (47,5%), anche se il dato risulta ancora essere distante dalla percentuale maschile dell'84%.
FONTI D'INFORMAZIONE
La ricerca Mobil 1 evidenzia che ben il 46,3% degli italiani si interessa di motori e si tiene aggiornato sul mercato automobilistico. Il 32% dichiara di cercare informazioni specialmente quando deve acquistare, mentre l'8,3% è costantemente alla ricerca di novità e notizie interessanti sul mondo dell'auto, dei veri appassionati!
Contro ogni previsione, anche le donne italiane si tengono informate su auto e motori. Il 31% di loro dichiara di farlo per interesse personale, mentre il 43% confessa di focalizzare la propria attenzione sul mercato automobilistico solo quando ha in programma l'acquisto di un veicolo.
Gli argomenti che risvegliano più di tutti la curiosità degli italiani risultano essere: i nuovi modelli lanciati sul mercato (58,3%), le spiegazioni tecniche di dettagli che non conoscono (22%), e le nuove normative in vigore (11%).
La prima fonte di informazione è senz'altro il web, infatti il 50% degli italiani trova risposte ai suoi quesiti e alle sue curiosità navigando on line, gli amanti della carta stampata sono il 40%, mentre il vecchio passaparola rimane valido solo per il 7%.