Italmobiliare in rialzo

Ritorna in positivo il listino di Piazza Affari per un avvicendamento dei temi operativi, mentre l’attività è stagnante poco sotto i 5 miliardi di controvalore. Con uno 0,4-0,5% di crescita degli indici la Borsa milanese risulta in linea con le performance realizzate in Europa; se l’interesse della domanda si è spostato sul gruppo Fiat e Mediolanum, nuovi fermenti si manifestano sulle utility, con Aem Milano (più 1,7%) sempre in prima fila, in vista del matrimonio con l’azienda bresciana. In prevalente rafforzamento anche i titoli «oil». Lo slancio dei giorni scorsi sui titoli del gruppo Pirelli non sembra essersi del tutto esaurito, nonostante la capogruppo abbia subito una limatura dello 0,6%. Sprint iniziale per i titoli del gruppo Italmobiliare, con l’azione ordinaria in crescita dell’1,8% e le risparmio del 2,8%. In luce Acotel (più 10,8%); in netta ripresa Prima Industrie (più 7,6%) grazie ai brillanti risultati 2006 e Carraro (più 6,6%).