Ivan riconvocato dal Coni Indaga anche il pm di Busto

È tornato a Roma, è tornato a parlare davanti al capo della procura Ettore Torri per la terza volta in questo mese. Ivan Basso è stato interrogato ieri mattina per tre ore dalla procura antidoping del Coni. A Basso sono stati chiesti chiarimenti su alcuni particolari della sua precedente deposizione che non coincidevano con gli atti dell'inchiesta «Operacion Puerto». La procura ha interrogato anche Alessandro Kalc, dirigente di una società dilettantistica triestina, presunto corriere nella «Operacion Puerto». Ha detto di non conoscere Basso, ma Scarponi sì.
Dopo le Procure di Roma e Bergamo, intanto, anche quella di Busto Arsizio ha aperto un’inchiesta nei confronti di Basso ipotizzando la violazione della legge antidoping.