La Ivanovic vince il derby delle miss

da Parigi

Justine Henin giocherà domani la sua quarta finale a Parigi. Vincitrice nel 2003 contro la Clijsters, nel 2005 contro Mary Pierce e nel 2006 contro la Kutznetsova, la numero 1 della classifica mondiale affronterà la serba Ana Ivanovic, che ieri ha battuto a sorpresa Maria Sharapova per 6-2, 6-1. Avremo quindi in campo una bellissima outsider contro la regina. Ieri Justine ha battuto Jelena Jankovic per 6-2, 6-2, deliziandoci con il suo tennis sublime. Nell’era più muscolare della storia del nostro sport la presenza ai vertici di due campioni dai gesti classici come Federer e la Henin, due talenti capaci di cambiare ritmo, di variare il gioco, di velocizzare lo scambio per concludere a rete anche sulla terra battuta, sono una autentica benedizione.
La grande novità parigina è sicuramente Ana Ivanovic, una donna tanto bella da poter fare l’attrice, che si racconta: «Ho deciso di giocare a tennis a 5 anni dopo aver visto in televisione Monica Seles. Ho memorizzato il numero telefonico di un club, poi ho convinto i miei genitori ad iscrivermi. Non è stato difficile perché sono molto sportivi». La tennista che alle bambole ha preferito la racchetta a questo punto confida il proprio obiettivo: «Dovrò semplicemente rimane calma. Non devo lasciarmi sovraeccitare da un evento più grande di me». Ana nel 2005 al Roland Garros battè la Mauresmo e nel 2006 vinse con la Hingis. Ieri a guardare la partita della Ivanovic era presente Novak Djokovic, il tennista serbo che oggi sfiderà il dio della terra rossa, quell’imbattibile Rafael Nadal che dal 2005 siede sul trono di Francia. Assisteremo anche alla semifinale tra Roger Federer e Nikolay Davidenko. Una partita tutt’altro che scontata. Nel torneo juniores l’azzurro Trevisan ha battuto Ramirez per 6-3, 7-6. Oggi Mara Santangelo in coppia con la Molik tenterà di vincere la finale del doppio femminile.