Iveco allarga le intese in Cina

Verso un’estensione degli accordi con Saic dopo le joint venture definite in estate

Pierluigi Bonora

da Milano

Continua il piano di rafforzamento di Fiat Group in Cina. È previsto nelle prossime ore l’annuncio di un’estensione degli accordi firmati in estate e riguardanti lo sviluppo delle attività di Iveco. In Cina sono infatti giunti l’ad Sergio Marchionne, il responsabile di Iveco, Paolo Monferino, e lo stratega delle alleanze Alfredo Altavilla. A loro, in occasione della presentazione delle intese di cooperazione, si unirà il presidente del Lingotto, Luca di Montezemolo. La novità, secondo indiscrezioni, potrebbe riguardare i camion medi. In luglio Iveco, il colosso cinese Saic e la società Chongqing avevano definito una joint venture nel settore dei camion pesanti con l’obiettivo di realizzare un nuovo stabilimento. E sempre con Saic, l’azienda guidata da Monferino insieme a Fiat Powertrain Technologies, collaboreranno nel campo dei motori diesel medi e pesanti «allo scopo di cogliere ogni opportunità in un mercato in rapida crescita».
Oltre ai camion, il gruppo torinese guarda con attenzione anche alle auto. La novità, che Marchionne si accinge a presentare, si chiama Perla, berlina che i cinesi potranno acquistare a circa 85.300 yuan (8.300 euro). Frutto della joint venture tra Fiat Auto e Nanjing, Perla apre di fatto il nuovo corso di Mirafiori in Cina: crescita della rete e lancio di un nuovo modello l’anno. Venerdì, intanto, l’Acea comunicherà i dati sulle vendite di auto in Europa nei mesi di luglio e agosto. Le prime indicazioni vedono Fiat Auto con una quota intorno all’8% in luglio e al 6,7% il mese successivo, solitamente fiacco. In entrambi i casi il gruppo di Mirafiori avrebbe fatto meglio rispetto agli stessi mesi del 2005. In particolare, il marchio Fiat si sarebbe attestato, a luglio, su una quota mercato del 6% e a ridosso del 5% in agosto, anche in questo caso migliorando i dati precedenti. Bene anche la Borsa ieri per Fiat (più 1,75% a 11,79 euro).
Infine, a un anno dal lancio della Grande Punto, «gli obiettivi sono stati tutti centrati», ha anticipato Salvatore Leotta, responsabile commerciale di Fiat Auto, a Milano per la presentazione dell’accordo Fiat-Samsung.