Jacko, asta record per i suoi cimeli

I cimeli di Michael Jackson vanno ruba a prezzi
stellari. il guanto indossato
dal Re del Pop nel 1983 quando eseguì il primo Moonwalk in occasione del 25mo anniversario della Motown è
stato venduto per 350.000 dollari

New York - I cimeli di Michael Jackson vanno ruba a prezzi stellari, decisamente al di sopra delle attese: in una sala dell’Hard Rock Cafè di Manhattan gremita e rumorosa, dove la Julien’s Auction ha messo in vendita oggetti appartenenti alle "Icone della Musica" il guanto indossato dal Re del Pop nel 1983 quando eseguì il primo Moonwalk in occasione del 25mo anniversario della Motown è stato venduto all’asta per 350.000 dollari. La giacca utilizzata da Jackson durante il tour "Bad" è stata invece venduta per 225.000 dollari: ad acquistarla un americano presente in sala (si poteva partecipare all’asta anche online) che, nel corso dell’evento, ha speso quasi 500.000 dollari fra i cimeli di Jackson e chitarre appartenute ad altre stelle della musica.

La sala si è riempita e anche per gli addetti alle offerte online e telefoniche il lavoro si è fatto più intenso rispetto alle tre ore precedenti, quando sono andati all’asta cimeli di Elvis Presley, James Brown, ma Curt Kobain. Da subito si è capito che per gli oggetti di Jackson le offerte sarebbero state decisamente superiori alle attese: il primo lotto presentato, un quadro dei Jackson 5, è stato aggiudicato per 5.500 dollari. I costumi di Jermaine e Marlon Jackson sono stai ceduti rispettivamente per 6.000 e 1.200 dollari. La stima pre-asta era neanche di 1.000 dollari l’uno. Una lettera di Jackson e una sua sciarpa autografata sono finite in Giappone, a un acquirente che ha messo sul piatto 5.000 dollari. I disegni effettuati dal Re del Pop sono stati venduti a cifre 10-20 veolte superiori alle attese: uno schizzo di Charlie Chaplin effettuato dal Re del Pop durante un soggiorno a New York è stato battuto all’asta per 26.000 dollari, ad aggiudicarselo un acquirente di Hong Kong. Il disegno di Topolino è invece andato a una signora seduta in prima fila all’Hard Rock Cafè e accompagnata da tutta la famiglia: sul piatto ha messo 45.000 dollari.

La lettera in cui jackson ha riportato alcune battute del brano ’Beat it’ è stata ceduta per 50.000 dollari, mentre lo scalpo della dentiera da vampiro utilizzata dal Re del Pop nel video "Thriller" è stata venduta per 16.000 dollari. L’abito indossato dal Re del Pop nel corso della sua ultima performance all’Apollo Theatre di New York è stato venduto a 170.000 dollari. Prima di Jackson sono stati venduti oggetti appartenenti ad altre icone della musica: il giubotto indossato da Elvis Presley in "Speedway" è stato venduto per 16.000 dollari, mentre il suo anello con diamanti e un rubino per 11.000 dollari. Un biglietto di ingresso a Woodstock è stato battuto all’asta per 8.500 dollari, mentre un abito di John Lennon per 10.000 dollari.