Jacopone settecento anni dopo

Due conferenze e un concerto, il 10, 17 e 24 maggio, a Genova, per conoscere Jacopone da Todi e il suo ambiente culturale nel settimo centenario della sua morte. A far da guida in questo viaggio nell’Italia di settecento anni fa saranno Gabriella Airaldi, docente di storia medievale all’Università di Genova e la professoressa Laura Bisio. Gli incontri avranno luogo a partire dalle 18 nell’auditorium del Deposito in viale IV Novembre-via Santa Caterina Fieschi. Il 10 maggio Grabriella Airaldi interverrà sul tema «El mondo non v’è cavallo che esse lass’enfrenare...», ossia Jocopone e il suo tempo, analizzando la figura del poeta francescano inserita nel contesto socio-politico-culturale dell’epoca. Il 17, Laura Bisio, nel suo «Fede passione e poesia», analizzerà l’opera letteraria di Jacopone mettendola in relazione con la produzione contemporanea. Il 24 l’Ensembe Ars Antiqua, diretto da Guido Milanese, eseguirà brani di musica medievale contemporanei di Jacopone. Enrico Campanati e Carla Peirolero, attori del Teatro della Tosse di Genova, leggeranno brani tratti dalle celebri Laude. In occasione dei tre incontri sarà possibile vistare la mostra l«’Arte dell’accoglienza», ospitata fino al 15 luglio nel Museo dei Beni Culturali Cappuccini.