Jaeger-LeCoultre, è l’ora di Venezia 2008

La casa di alta orologeria Jaeger-LeCoultre è ancora una volta protagonista della Mostra internazionale d’arte cinematografia di Venezia. Il marchio elvetico festeggia quattro anni di collaborazione con la Biennale nell’organizzazione di una delle manifestazioni più importanti del mondo del grande schermo, di certo la più affascinante per la cornice in cui si svolge.
«Tutto quello che la Biennale realizza è di grande valore - afferma Claudio Angè, direttore di Jaeger-LeCoultre per l’Italia - per quanto ci siano altre mostre cinematografiche con altrettanto valore intrinseco nessuna ha lo stesso appeal di quella di Venezia. È per noi un grande motivo di orgoglio poter essere protagonisti di questo evento».
Riconferme e novità nella presenza del brand alla Mostra di Venezia. Come nelle precedenti edizioni, Jaeger-LeCoultre donerà orologi Reverso personalizzati al regista vincitore del Leone d’oro e ai migliori interpreti, femminile e maschile, che si aggiudicheranno le due Coppe Volpi. Questi modelli avranno il celebre leone e una scritta indicante l’edizione del Festival stampati sul fondello.
Un orologio simile verrà consegnato anche al destinatario del premio «Glory to the Filmaker», un regista che ha segnato la storia del cinema con le sue opere. Sempre a proposito di collaborazioni che continuano, si segnala anche l’attribuzione del premio «Venice Movie Star Jaeger-LeCoultre Award», rivolto a giovani fotografi in azione nell’ambito della Mostra e giunto alla sua quinta edizione. L’azienda di orologeria continua a offrire anche un contributo al restauro di un film scelto dal direttore del Festival, Marco Müller, e a mettere a disposizione delle case di produzione delle «media lounge» utilizzabili per interviste con i giornalisti. Ci sarà come sempre anche la «Jaeger-LeCoultre Terrace», un’area nella quale vengono esposti i modelli più significativi della marca.
«La principale novità di quest’anno - annuncia Angè - sarà un’importante serata di gala organizzata il 31 agosto alla Fondazione Cini per il lancio della nostra collezione gioielleria. Jaeger-LeCoultre è nota soprattutto per l’orologio Reverso, vissuto come un prodotto maschile, basti pensare che nella storia del cinema lo abbiamo visto ai polso di Pierce Brosnan nel film “L’affare Thomas Crown” e di Christian Bale in “Batman Begins”. Con la linea Joaillerie vogliamo espanderci ancora di più nel mondo femminile».
Del resto Jaeger-LeCoultre ha come ambasciatrice ufficiale l’attrice Diane Kruger, che alla Mostra indosserà sempre un segnatempo della marca elvetica. «Chi sceglie gli orologi Jaeger-LeCoultre - conclude il direttore per l’Italia - è attratto sia dall’aspetto tecnico sia da quello estetico». Un connubio sintetizzabile nella parola arte. Che accomuna il mondo il Jaeger-LeCoultre con quello del grande schermo.