Jaguar e Ford sono quasi indiane Tra 15 giorni Tata chiude con Ford

L’affare costerà tra 2-2,5 miliardi di dollari. Si tratta sui debiti

da Milano

L’acquisto dei marchi britannici Jaguar e Land Rover dalla Ford costerà a Tata Motors tra i 2-2,5 miliardi di dollari e l’accordo si chiuderà entro i prossimi 10-15 giorni. Lo riferisce il giornale indiano The Economic Times riportando anonime fonti industriali secondo le quali la spesa finale della casa indiana, guidata da Ratan Tata, dipenderà dal tipo di motore e di forniture che si impegnerà ad acquistare da Ford. L’ammontare finale, inoltre, potrebbe includere anche i debiti di Jaguar e Land Rover.
Per finanziare l’acquisto, comunque, Tata Motors potrebbe intraprendere la via del finanziamento e, secondo le fonti del giornale, le banche sarebbero pronte ad estendere alla Tata un prestito consorziale. In un altro articolo, il The Economic Times riferisce che Tata Motors intende usare la sua partnership con Fiat per essere presente sul mercato indiano in tutti i segmenti offrendo, tra i suoi modelli e quelli prodotti dal gruppo italiano, una variegata scelta di automobili sul mercato interno.
Tata Motors, intanto, ha segnato un calo del 3% degli utili trimestrali, a 4,99 miliardi di rupie. La diminuzione è stata causata dall’aumento dei tassi di interesse che ha penalizzato la domanda di camion e bus. Il gruppo ha però riportato un risultato superiore alle stime degli analisti che si attendevano utili a 3,93 miliardi di rupie. Su base consolidata, inoltre, i risultati riportano una crescita degli utili netti del 9% circa, a 6,55 miliardi di rupie.