Jannacci fra parole e musica

Viviana Persiani

Doppio appuntamento, questa settimana, al Teatro Litta, nell’ambito della rassegna Milanoltre. Domani, si comincia con My arm (Il mio braccio), spettacolo in inglese con sopratitoli in italiano, scritto e interpretato da Tim Crouch. Un bambino si mette un braccio sopra la testa per capriccio e decide di non toglierlo mai più, trasformandosi in un freake, influenzando drasticamente le vite delle persone che gli sono vicine. Tim Crouch, con un percorso vicino alla performance art, ne Il mio braccio narra, con l’aiuto di oggetti presi tra il pubblico, la storia di una vita ossessionata da un’idea, che trova la propria origine nei miti dell’infanzia. Tra arte e vita si dipana, con sullo sfondo le immagini dei video di Chris Dorley-Brown, il racconto, magnifico, di un destino amaro e paradossale, arriva per la prima volta in Italia.
Il 24, invece, spazio a Sisters, such devoted sisters (Sorelle, care sorelle), spettacolo in inglese con sopratitoli in italiano, scritto e interpretato da Russell Barr. Una drag queen con zeppe e parrucca, sullo sfondo di una scena nuda ossessionata da rumori di traffico urbano, racconta il proprio destino, amaro e picaresco a un tempo, e la propria città, Glasgow, tra violenza, droghe e difficoltà di comunicazione nell’ambito familiare.
Dopo il successo dello scorso anno con il progetto Jannacci... al Filo, continua il rapporto tra l’artista milanese e il Filodrammatici, con la prima nazionale, in cartellone dal 21 settembre, di Teatro. Un titolo efficace che riassume il senso di uno spettacolo che oltre a percorrere quello straordinario pianeta di parole e musica di Jannacci, tra la sua comicità, quella amara e quella irresistibilmente surreale, le canzoni, gli «spaccati» di una vita da consumare in tre minuti, lo sguardo lancinante dentro e fuori dall’uomo, la poesia, la leggerezza, l’impegno civile, vuole anche fare il punto sui vizi e le virtù dell’Italia contemporanea.
Al Nuovo, dal 22 settembre, per la gioia di piccole, adolescenti e non solo, arrivano le Winx, le magiche fatine che, magicamente dal vivo, si esibiranno nel Winx Power Music Show. Uno spettacolo nato sulla scia del successo di «Winx Club», la serie animata rivelazione dell’ultima stagione televisiva; sul palcoscenico, si esibiranno così i personaggi cari a tante bambine come Bloom, leader del gruppo dai lunghi capelli rossi, Flora la romantica fata dei Fiori, Musa la fata della Musica con i capelli scuri raccolti in due codini, Stella la bionda fata del Sole e della Luna, Tecna la fata della Tecnologia metà fata e metà androide e la nuova eroina del gruppo, la mulatta Aisha, fata dei fluidi. L’anima dello spettacolo sarà la musica: le Winx balleranno e canteranno dal vivo sulle note della colonna sonora originale della serie televisiva in un fatato concerto ricco di colori, giochi di luce, videoproiezioni, effetti speciali e interazioni multimediali con il pubblico, coreografato da artisti del Mas “Music Arts & Show”, il centro di formazione per lo spettacolo più grande d’Europa.
Venerdì allo Smeraldo spettacolo straordinario che sotto l’insegna di Zelig for Emergency offre, ai tanti fans della trasmissione cult, in data unica, il meglio - live - del repertorio di Zelig Circus di questi ultimi due anni.