Jannacci va in Salumeria Shipp passa alla stazione

Franco Fayenz

Il club Jazz Days dell’Hotel Principe di Savoia ha in programma questa sera (ore 19-21 e 22-24) due set del giovane pianista Paolo Alderighi in trio.
Il Blue Note riapre domani con il gruppo inglese degli Incognito che si trattengono tutta la settimana fino a domenica 30 aprile, suonando ogni sera alle 21 e alle 23.30, salvo il giorno 30 che prevede un solo concerto alle 21. Gli Incognito sono i pionieri della scena britannica dell’Acid Jazz. Il loro fondatore e direttore è il cantante e chitarrista Jean-Paul Maunick. L’esordio avviene nel 1987, ma è nei primi anni Novanta che il complesso si afferma a livello internazionale. Da allora gli Incognito sono fedeli al progetto di conciliare la raffinatezza del jazz contemporaneo con il calore e la sensualità del soul e del funk.
Martedì 25 è attiva anche la Salumeria della Musica (ore 22). Nel locale di via Pasinetti 2 ritorna dopo alcuni anni Enzo Jannacci, con uno spettacolo di teatro-musica dal quale si attendono, come sempre, comicità amara e canzoni surreali. Sono con lui il figlio Paolo al pianoforte, Sergio Farina chitarra, Daniele Moretto tromba, Marco Ricci contrabbasso e Stefano Bagnoli batteria.
Mercoledì 26 al Teatro Dal Verme (ore 21), l’orchestra Sentieri Selvaggi diretta da Carlo Boccadoro inaugura la sua stagione 2006 intitolata «Il femminile». Si tratta di un viaggio nella bellezza con Arts of Beauty di Michael Nyman (e altre composizioni) di cui viene presentato il cd.
Nella stessa sera (ore 22.30) si inaugura presso la stazione ferroviaria di Corsico la rassegna Passaggi, un mese di immagine e musica che prevede il concerto del pianista Matthew Shipp con il percussionista Guillermo E. Brown, e il 28 aprile il quintetto Simone Massaron con Elliot Sharp come ospite. La rassegna si prolunga fino al 27 maggio.