Il jazz d’autore seduce la periferia

Jazz in periferia. Torna al teatro Tendastrisce «Musica intorno al mondo» la rassegna ideata dalla Fondazione Accademia Arco con un repertorio, da quest’anno interamente dedicato al jazz. Ad aprire la manifestazione, in programma dal 12 settembre all’8 ottobre con il titolo «Jazzando... Musica intorno al mondo», sarà il londinese John Taylor, uno dei più sofisticati pianisti del mondo. Filo conduttore della rassegna sarà la volontà di «puntare sulla promozione della creatività - spiega il direttore della rassegna Michele Staino - presentando musicisti che proporranno musica originale e non i brani comunemente definiti standard». All’esibizione di Taylor seguiranno ben 12 appuntamenti con giovani e talentuosi musicisti provenienti da tutt’Italia, forieri di stili e progetti originali dove forte sarà l’influenza regionale nel loro sound. Da Haiku Sensei a Mulholland Trio fino a Nico Gori. Il 15 settembre sarà la volta dei Cuenta Contemporanea, un trio nato nel 2005 durante una masterclass, caratterizzato dalla costante ricerca di uno stile moderno e al tempo stesso in linea con la tradizione del jazz. Seguiranno gli Haiku Sensei (17 settembre); gli Aletheia con Stefania Liori (18 settembre) con un repertorio all’insegna dell’improvvisazione; la formazione sarda degli Aghera Project (22 settembre); il trio fiorentino Motociclica Tellaci (24 settembre); il Mulholland Trio (26 settembre. Spazio a uno spettacolo di teatro musicale dedicato alla pittrice Frida Khalo (29 settembre). Protagonista in scena Stefania Secci, con gli Efedra, darà voce alle parole di Frida, riprese dall’autobiografia e dalle lettere, accompagnata da melodie messicane. La chiusura della manifestazione, l’8 ottobre, sarà affidata alle sonorità jazz della musica kletzmer, con i Manniti di Riale.