Jazz e blues sui Navigli Oggi via ai Black Cat Bone

Appuntamenti il giovedì e la domenica fino al 23 settembre

Le sponde del Naviglio sono la cornice, lo sfondo di coinvolgenti esibizioni all’insegna del jazz e del blues, in una manifestazione che, fino al 23 settembre, vedrà «fronteggiarsi» tra loro band emergenti del panorama musicale meneghino. Vero e proprio incontro, fra Milano e le tradizioni d'oltreoceano, l’iniziativa s’intitola Estàa cunt el giass (la frase in dialetto gioca volutamente sul doppio significato «estate con il ghiaccio, oppure «estate con il jazz») organizzata dall’assessorato al Turismo, Marketing territoriale, Identità, del Comune è inserita nel ciclo di eventi «La bella estate di Milano».
A fare da colonna sonora a questa ultima parte della stagione ci sarà un vasto repertorio di brani che, ogni giovedì e domenica, sia sul Naviglio Grande che su quello Pavese, affonda le sue radici nel passato. Classici appartenenti ad entrambi i generi e nuove composizioni verranno eseguite da un gran numero di musicisti a bordo di un palco galleggiante in movimento lungo i due navigli che partirà da Alzaia Naviglio Grande 4, accompagnando pubblico e formazione in un vero e proprio percorso sonoro e paesaggistico.
E così questa sera, dalle 20.30 in poi, sul palco galleggiante suoneranno i Black Cat Bone, una formazione che, nata in Puglia e poi trasferitasi qui a Milano, fin dal 1982, si è esibita in una serie di manifestazioni e festival, si pensi al prestigioso Pistoia Blues, guidata dal suo grintoso vocalist Gennaro Carrillo. Due giorni dopo, si cambia totalmente genere. Il 2 settembre, domenica, saliranno prima sul barcone, alle 18.20, e poi presso una pedana, dalle 19.30 in poi, situata nello “storico” Vicolo dei Lavandai, i componenti della Bovisa New Orleans Jazz Band, capitanati dal trombettista Luciano Invernizzi. Nel calendario degli appuntamenti, il 16 settembre, sempre Invernizzi accompagnerà la Pegasus Brass Band, mentre il 9 del mese, Vittorio Castelli suonerà coi suoi Jambalaya six. Soddisfatto dell’iniziativa che nei primi appuntamenti ha richiamato numerosi ascoltatori, l’assessore Massimiliano Orsatti: «Questo evento sottolinea l’intenso legame fra Milano e la musica, quella jazz in particolare (nata proprio sui Navigli). Una sorta di colonna sonora che si intreccia con la storia, la vita e il fermento culturale della città nonchè con il paesaggio dei Navigli». Il palco dei Navigli (www.naviglilive.it) è aperto a tutti i musicisti che desiderino esibirsi.
Per informazioni 02-89409971