Jazz e quadri ospite la Mondaini

Un concerto jazz del Trio Manusardi e una mostra d’arte permanente, 41 opere di 33 artisti, alcuni dei quali provenienti da Sud Africa, Usa e Brasile. La cornice di tutto questo è l’istituto Neurologico Carlo Besta, in via Celoria 11. È l’ospedale che rompe gli argini, che vuole aprirsi alla città attraverso l’arte e la musica.
Domani sera il via (ore 21 Auditorium Isu, via Peroni 21). Si parte con il concerto jazz del Trio Manusardi dal titolo «Musica e immagini» durante il quale verranno proiettate le opere della collezione «Gioia nel sogno». Il giorno successivo alle 11 nei locali dell’istituto Besta di via Celoria 11 verrà inaugurata l’esposizione permanente, la collezione «Gioia nel sogno» verrà donata alla fondazione Besta. Ospite d’onore è Sandra Mondaini che esporrà due opere del padre Giacinto, che fu un noto pittore. Le opere saranno presentate dal professor Domenico Montalto. La mostra permanente si potrà visitare a tempo indeterminato negli orari di apertura dell’istituto.
«Con l’abbinamento dell’arte visiva e della musica con la scienza e la ricerca, si vuole lanciare un messaggio di speranza e di vita per il futuro - ha dichiarato il presidente della Fondazione Carlo Besta, Alessandro Moneta - Tra i nostri impegni, per avvicinare i cittadini a una realtà complessa qual è il nostro istituto, quello di coinvolgere il mondo delle associazioni, del volontariato e dell’arte, con eventi in collaborazione con il mondo della sanità e della ricerca scientifica».
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con il Centro diffusione arte del Maestro Giuseppe Viola
Musica e immagini
domani ore 21
Auditorium Isu via Valvassori Peroni 21