«Jesus love Vittorio»: domani in piazza una protesta-show

Si dicono «indignati» per il «licenziamento» di Vittorio Sgarbi da assessore alla Cultura del Comune e trasformeranno domani alle 10 piazza Scala in un «Museo a cielo aperto», per manifestare al critico d’arte sostegno e apprezzamento e chiederne la riammissione in giunta, anche con una raccolta firme. All’iniziativa, promossa da «Famiglia Margini» hanno aderito già in molti: dall’associazione «Xpo» a «Puzzle 4 Peace» ad «Anima Nera» fino agli artisti della mostra censurata «Vade Retro». Gli organizzatori della manifestazione riconoscono «l’impegno dimostrato dall’assessore in questi anni verso i giovani e l’attenzione verso le realtà culturali marginali, promuovendo il fermento dell’underground e di tutte le espressioni artistiche di qualità». In piazza ci saranno attori, musicisti, poeti e letterati con il megafono, cerotti distribuiti a simbolo di una censura, volantini che proclamano «Jesus love Vittorio». Chiederanno con la raccolta firme la riammissione del critico in giunta. Tra gli altri, hanno già assicurato la partecipazione al sit in artistico Andrea G. Pinketts, Angelo Cruciani, Paolo Cassarà e Paolo Schmidlin.