JFK scrive ai bambini: "Anche quest'anno Santa Claus farà il suo giro"

Ripubblicata una lettera del 1961 in cui il presidente rassicura una piccola cittadina americana: i test nucleari dell'Urss al Polo Nord non fermeranno Babbo Natale

Il mito di JFK incontra lo spirito natalizio. E così spunta dalla Storia una lettera del 1961 firmata dall'allora presidente Usa che assicura a una piccola cittadina americana: non ti preoccupare cara Michelle, i problemi con l'Unione Sovietica non fermeranno Babbo Natale. La Kennedy Presidential Library di Boston, la biblioteca che custodisce i documenti di John F. Kennedy, in questi giorni vuole ricordare al mondo che neppure la minaccia di un conflitto nucleare può impedire a Santa Claus di fare il suo giro la notte di Natale.
La biblioteca ripubblicato il testo di una lettera del presidente Kennedy che rassicurava una bambina preoccupata riguardo ai possibili test nucleari dei sovietici al Polo Nord. Nella lettera a Michelle Rochon, 8 anni, JFK dice di condividere le preoccupazioni della bambina, non solo per il destino di Santa ma per quello di tutti. Il presidente però aggiunge di aver parlato con Babbo Natale e che è tutto a posto. La biblioteca ha pubblicato il testo della lettera su Youtube nei giorni scorsi sottoforma di biglietto di auguri. Ecco cosa dice il messaggio:
"Casa Bianca, Washington
28 ottobre 1961
Cara Michelle,
sono felice di aver ricevuto la tua lettera in cui mi chiedi di provare a convincere la Russia a non bombardare il Polo Nord e a non mettere in pericolo la vita di Babbo Natale. Anch'io sono preoccupato per i test dell'Unione Sovietica, non solo per il Polo Nord ma per tutti i Paesi del mondo, non solo per Santa Claus ma per tutti gli abitanti del mondo. Comunque non devi stare in pensiero per Babbo Natale, gli ho parlato ieri e sta bene. Farà il suo giro anche questo Natale.
Sinceramente,
John F. Kennedy".