Il jogging di don Julian

Qualcuno già lo chiama il “polpaccio di Dio”. Ha 55 anni, don Julian Carron. Ma ci tiene a tenersi in forma. E così, fedele agli insegnamenti del fondatore di Cielle, propugnatore dello sport come principio educativo, il sacerdote spagnolo che ha raccolto l’eredità di don Giussani veste le scarpe da corsa e si dedica allo jogging.
I ragazzi del movimento raccontano di averlo visto procedere di buon passo per le strade di Varigotti, piccolo gioiello in provincia di Savona dove il sacerdote ha trascorso qualche giorno di riposo. E qualcuno aggiunge che Carron ha «il polpaccio del maratoneta». Una caratteristica utile a reggere i ritmi, rigorosamente frenetici, del Meeting di Rimini.