Con John Ford western d’annata: così nacque l’epopea della ferrovia

Western, sangue blu del grande schermo. L'ultima Mostra di Venezia ha celebrato questo genere antico come il cinema, e tra le proiezioni più suggestive vi è stato proprio Cavallo d’acciaio, film muto che John Ford realizzò nel 1924, a soli trent'anni. Il suo primo western, fu un kolossal girato senza economia. La storia dice che le riprese del film vennero condotte in condizioni climatiche proibitive, che Ford ordinò la costruzione di chilometri di ferrovia nel deserto e che William Fox pretendesse, per la major che portava il suo nome, un manifesto che celebrasse il mito della della frontiera. L'operazione riuscì: Cavallo d'acciaio incassò ben 3 milioni di dollari. Fox sforna un ottimo dvd : film restaurato e fornito di una riorchestrazione aggiuntiva in audio DD 5.1 e stereo, sottotitoli vari, commento critico, speciale sulle musiche, speciale-restauro, 3 photogallery.

CAVALLO D'ACCIAIO - Fox HE - 24 euro