Jovanotti, Forum esaurito Grignani al Mazda Palace

Luca Testoni

Oggi. Gli adrenalinici indie-rockers londinesi Bloc Party, tra le rivelazioni dell'anno, si rifanno vivi al Rolling Stone. Supporter: il duo degli Sluts of Trust. I La Crus si esibiscono invece alla Salumeria della Musica col loro nuovo cd-dvd Infinite possibilità.
Domani. L'Alcatraz ospita i pionieri dell'acid-jazz britannico, gli Incognito. La cagliaritana Simona Salis, in potenza la "Norah Jones italiana", presenta alla Casa 139 l'album Chistionada de mei.
Mercoledì. Due piatti, un mixer e 20 minuti per dimostrare classe e abilità nell'arte del deejaying. La sfida, ribattezzata ComboCut, si celebra al Plastic. Partecipano 10 dj italiani: da Stefano Fontana a Lele Sacchi.
Giovedì. Ripassa dall'Alcatraz il fortunato L'uomo sogna di volare tour dei Negrita. Al Transilvania Live largo ai Diefenbach: fanno brit-pop, ma sono danesi; mentre alla Casa 139 è l'ora dei Perturbazione, in equilibrio tra indie-rock e canzone d'autore. E ancora: l'electro-punk Tying Tiffany al Colony Brasil e il duo italo-palestinese Radiodervish alla Salumeria della Musica.
Venerdì. Tutto esaurito (o quasi) al Forum di Assago per Jovanotti, annunciato in splendida forma e con tanto di rinnovata band al seguito. Le alternative? L'ex leader dei californiani American Music Club Mark Eitzel (alla Casa 139) o il duo indie-rock di San Francisco dei Two Gallants (nel concerto all'ora dell'aperitivo del Goganga). Sabato. Il dj amato dai Portishead, l'inglese Andy Smith, porta il suo set a base di atmosfere vintage alla Casa 139.
Domenica. Gran pienone anche per Gianluca Grignani al Mazda Palace sulla scia del riuscito album Il re del niente. Power metal d'impatto, infine, coi finlandesi Stratovarius all'Alcatraz.