«JT Leroy non esiste I suoi romanzi? Li scrive Laura Albert»

Sembra finalmente risolto uno dei misteri più bizzarri della narrativa americana contemporanea, che di conseguenza fa scoppiare un clamoroso caso di truffa letteraria. JT LeRoy, autore del bestseller internazionale Ingannevole è il cuore più di ogni cosa - scrittore del quale si è molto parlato anche sui giornali italiani nelle scorse settimane - non è mai esistito. Il 10 gennaio scorso uno scoop del New York Times (vedi Il Giornale dell’11 gennaio) negò l’esistenza dello scrittore cult: per il quotidiano americano il personaggio che si mostra in pubblico sotto il nome di LeRoy è in realtà una donna e non un uomo come si faceva credere. Ora, la seconda puntata della saga. Una nuova inchiesta del New York Times rivela che i romanzi dello scrittore che si fa chiamare JT LeRoy sono stati scritti in realtà da Laura Albert, 40 anni, che vive a San Francisco, in California. Il giornale newyorchese svela che lo scrittore «maledetto», che ha raccontato di aver vissuto tra droga e prostituzione, non esiste e non è mai esistito. I tre romanzi di LeRoy acclamati dalla critica e dai lettori di mezzo mondo (oltre a Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, La fine di Harold e Sarah) sono stati scritti da Laura Albert nel suo appartamento di San Francisco. A rivelare la vicenda è stato Geoffrey Knoop, 39 anni, 16 dei quali vissuti accanto a Laura Albert. Ora che Knoop si è separato dalla compagna e rivendica il figlio avuto da lei, si è deciso a raccontare tutta l’enorme messinscena che ha beffato milioni di lettori di 20 Paesi. Aspettando imminenti sviluppi legali, a causa della truffa portata avanti dalla Albert con la complicità del compagno, Geoffrey Knoop ha già ricevuto la garanzia (dietro un lauto compenso) che sull’intera vicenda, basata sulla sua testimonianza, verrà girato un film a Hollywood. Il giovane scrittore (in realtà una donna) che si è presentato in pubblico come JT LeRoy nei suoi tour negli Usa e in Europa - anche in Italia, dove è tradotto dall’editore Fazi - per presentare i libri è Savannah Knoop, 25 anni. La donna è la sorellastra di Geoffrey Knoop. Per Savannah potrebbe prospettarsi un brillante futuro da attrice (se non verrà condannata per truffa). Ad alimentare la leggenda di JT LeRoy sono stati numerosi siti internet. Il primo romanzo con la firma di LeRoy, Sarah, è stato pubblicato dall’editore americano Viking nel 2000. I siti fornivano ampi dettagli sulla vita «maledetta» del giovane LeRoy, nato 25 anni fa nel West Virginia. Una vita travagliata la sua, sballottato qua e là tra assistenti sociali e parcheggi per camionisti, al seguito della madre Sarah, una giovanissima prostituta. Quindi il passaggio obbligato dalla droga e poi la rinascita, dopo la morte della madre, con l’aiuto di uno psicoanalista che gli consiglia di scrivere a scopo terapeutico. Ecco allora venire alla luce i primi racconti diffusi sul web con lo pseudonimo di “Terminator” per arrivare alla pubblicazione dei romanzi. Esaltato dalla critica, adorato dalle pop star (i Garbage gli hanno dedicato addirittura una canzone, Cherry Lips), adottato da grandi nomi della letteratura americana come Dennis Cooper, JT LeRoy è diventato un fenomeno mediatico negli ultimi cinque anni. Un paio di anni fa LeRoy ha rotto il silenzio partendo per un tour mondiale che l’ha portato anche a Roma, al Festival della Letteratura. C’è chi ha detto che dietro al “fantoccio” JT LeRoy si nascondeva un nome importante della letteratura americana, c’è chi invece ha sostenuto che fosse un buon prodotto di marketing studiato a tavolino. L’attrice e regista Asia Argento ha adattato per il cinema il romanzo Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, e il regista Gus Van Sant sta lavorando alla trasposizione di Sarah...