Julio Cesar pronto Ibra teme l’arbitro

da Appiano Gentile

Julio Cesar sta meglio. Il mal di schiena non è più un problema. Ieri il portiere si è allenato con tutto il gruppo ed ha lavorato con Giulio Nuciari, allenatore dei numeri uno. È il segnale che il brasiliano è pronto a riprendere il posto in squadra nella partita di Torino. La forma è stata messa a punto con il bombardamento finale degli attaccanti, Adriano compreso che giovedì ha segnato cinque gol nella partitella. Vigilia molto seguita: ieri ad Appiano c’erano almeno duemila tifosi.
La formazione propone solo il dubbio sul giocatore che affiancherà Ibrahimovic (Crespo il favorito) e sul quarto centrocampista: Dacourt, Cesar o Maxwell. Gli altri tre saranno Figo, Zanetti e Cambiasso. Samuel tornerà al centro della difesa in coppia con Cordoba.
A Torino l’arbitro sarà Rocchi, che quest’anno non ha mai diretto l’Inter. All’attivo tre partite con i nerazzurri (sempre vincenti). Particolarmente turbolenta l’ultima: Lazio-Inter (0-2). L’arbitro espulse Ibrahimovic per doppia ammonizione (reo di aver calciato via la palla) e Oriali. Naturalmente seguirono polemiche sull’interpretazione data al gesto di Ibra.