Justine, angelo dell’amore

«Chiedimi se voglio la luna» (titolo originale When Harry met Barry), il musical che arriverà in Italia al Teatro de’Servi, dal 14 ottobre al 2 novembre, e che sarà poi a Napoli, al Teatro Troisi, è stato presentato ieri mattina a Roma alla presenza di tutto il cast dello spettacolo. Interpretato dalla bella Justine Mattera, Fausto Verginelli e Giulio Pangi (ovvero gran parte della Compagnia dell’Arancia), il musical è diretto da Claudio Insegno, con le coreografie curate da Fabrizio Angelini e prodotto dalla Picture Show di Giuseppe Gallo. Un bellissimo angelo, Betty Blue, interpretata da una frizzante e poliedrica Justine Mattera, scende sulla terra per aiutare i cuori solitari a trovare l’anima gemella.
Assumendo le sembianze più disparate di angelo, di commessa di lavanderia, tassista, barista, maschera del cinema ed altro ancora, Betty Blue crea le coincidenze necessarie affinché l’incantesimo abbia inizio. La storia avanza in un intrecciarsi di emozioni, condite da imprevisti molto «terreni», ma Betty non si perde d’animo e si impegna affinché l’Amore trionfi.
«Chiedimi se voglio la luna» è uno dei migliori musical apparsi negli ultimi anni sulla scena Londinese del «Fringe». Questa commedia musicale è stata una dei vincitori dei Vivian Ellis Award 2000 al Palladium di Londra, ed è stata rappresentata con grande successo al «Gatehouse Theatre» di Londra nel 2002 e nel 2005 è stata riallestita per tre serate evento al «The Venue» in Leicester Square.
Con le sue melodie coinvolgenti (che ricordano molto quelle off-Broadway di William Finn e Jason Robert Brown) e l’arguzia dei testi, l’autore Paul Emelion costruisce un racconto incalzante ed emozionante che esplora tutta la complessità di incontrare l’anima gemella nella moderna e difficile vita di città.