La Juve batte il Milan a San Siro: 2-1

Nonostante le numerose assenze la Juventus sbanca a San Siro. Il Milan parte con una traversa di Ibrahimovic, ma poi va in rete Quagliarella e raddoppia Del Piero. Accorcia le distanze un colpo di testa di Ibra

Milano - Nonostante le numerose assenze - prima su tutte quella dello squalificato Krasic - la Juve sbanca a San Siro. Il Milan parte molto bene, con una traversa di Ibrahimovic, ma è la Juve che finalizza, prima con Quagliarella e poi con Del Piero. Al 37' accorcia le distanze Ibra con un colpo di testa. Ma ormai è troppo tardi per rimediare. Il Milan resta a due punti dalla Lazio capolista e a uno dall'Inter

Lo scacchiere in campo Allegri si affida ancora al 4-3-1-2 con Robinho alle spalle di Pato e Ibrahimovic, disegnando lo stesso attacco vincente di Napoli, sostenuto, a centrocampo, dalla fantasia di Pirlo e dai muscoli di Gattuso e Boateng. Sul fronte juventino, Delneri, già orfano di Krasic, è costretto a fare a meno anche di Chiellini, bloccato da un problema muscolare al polpaccio, pochi minuti prima della gara. Al suo posto, Legrottaglie. In attacco, la coppia Del Piero-Quagliarella, supportata, nel 4-4-2 d'ordinanza, da Marchisio e Martinez sulle fasce e da Aquilani e Felipe Melo al centro.

I gol Il Milan parte con la quarta inserita. In meno di dieci minuti, complici gli incroci a velocità vertiginosa e le serpentine di Pato e Robinho, i rossoneri fanno correre diversi brividi a Storari. Dopo sei minuti Ibrahimovic timbra la traversa con un tiro a giro, poi lo costringe a mettere in angolo con una conclusione ravvicinata. Piano piano, come un motore diesel, la Juve viene fuori. Al 23' pt Quagliarella stacca di testa e palombella a scavalca il portiere avversario proprio vicino al sette. Il Milan ce la mette tutta per riprendersi, ma senza risultati. Al 20' st Antonini pasticcia: Sissoko ringrazia e si invola verso l'area avversaria, incespica a due passi da Abbiati ma riesce a servire Del Piero: fucilata, palla nel sacco e 2-0. Per Alex è il gol numero 179 in bianconero: superato Giampiero Boniperti. Sembra finita, ma al 37' st Ibrahimovic riapre la gara. Su cross dalla destra si arrampica in cielo e di testa fulmina Storaci. San Siro esplode e crede nella rimonta. Ma ormai è troppo tardi. La Vecchia Signora espugna San Siro.