La Juve cerca il record con Ibrahimovic riserva

da Torino

Il primo stop è arrivato in Champions League, col Bayern Monaco, e ha fatto male per il modo in cui la Signora è stata maltrattata. In campionato la Juve ha invece solo vinto, 7 volte su 7: se dovessero vincere oggi a Lecce, gli uomini di Capello eguaglierebbero il record di 8 successi detenuto dalle Juve del ’30 e dell’85. I bianconeri andranno a caccia della storia privi di Thuram (a riposo) e naturalmente Vieira, che conta di lasciarsi alle spalle la pubalgia in tempo per affrontare sabato a San Siro il Milan. Emerson non si è allenato né ieri né venerdì, ma Capello ha garantito per lui e certo non pensa di rinunciarvi. Ibrahimovic potrebbe invece andare in panchina a favore di Del Piero (favorito) o Mutu: «Lo svedese deve decidersi a giocare più vicino alla porta, i gol si fanno così», ha detto Capello, magari un po’ scocciato nel vedere ancora lo zero nella casella dei gol segnati in campionato da Ibra. Per il resto, ha chiuso la porta agli illusi: «Ho parlato con la squadra, non sono servite molte parole. Penso che i ragazzi abbiano preso atto degli errori commessi in Germania, sono fiducioso che non li ripeteranno. Nonostante tutto, abbiamo creato quattro occasioni da gol: ripartiamo da lì e non pensiamo che la sconfitta sia arrivata solo perché eravamo privi di Vieira. Sia chiaro però che i piedi li abbiamo sempre tenuti ben per terra, senza avere mai pensato di essere invincibili». A Moggi sarebbe piaciuto.