La Juve corre ancora

Piazza Affari ha ripreso la marcia con maggiore determinazione, grazie al rientro in campo dei titoli bancari. Gli indici ufficiali realizzano progressi intorno al mezzo punto percentuale, mentre gli scambi stanno ritornando sui livelli massimi delle precedenti settimane, e oramai prossimi ai 5 miliardi di controvalore. Nei bancari hanno «ripreso» le voci circa un merger tra Intesa e Capitalia: quest’ultima ha raggiunto quota 7 euro, per chiudere poco sotto, ma in crescita del 2,5%; bene anche Intesa (più 1,8%), mentre si è risvegliato Unicredit (più 1,4%) e cresce di nuovo Italease del 4,4%. Non si arresta il trend positivo di Fiat che, dopo le ultime dichiarazioni di Marchionne, ha fatto un balzo del 2,4%, riuscendo a recuperare quota 11,5 euro. In casa Agnelli nuova impennata di Juventus (più 13,2%). Si rafforzano ancora Autostrade e Autogrill. I risultati aziendali hanno favorito Actelios (più 10,1%), ma hanno penalizzato StM che arretra del 3,3%. Tra i titoli a limitato flottante Prima Industrie cresce del 9,3% e Trevisan Cometal di oltre il 6%. Da oggi entrerà nel listino, segmento Star, il titolo Eems Italia, di cui si è chiusa ieri la sottoscrizione, con richiesta di oltre 7 volte il quantitativo offerto.