Juve in forma Champions Trezeguet ringrazia l’arbitro

Una zampata di Trezeguet sul finire del primo tempo, pur se in fuorigioco su punizione di Iaquinta, e la Juve sorride anche contro l'Arsenal, nel match di esordio dell'Emirates Cup, quadrangolare di prestigio che ha visto ieri a Londra la disputa della prima giornata. Al francese poco prima era stato annullato un altro gol per un fuorigioco molto meno netto. Nell'altra gara, il Real Madrid ha battuto 2-1 l'Amburgo: vantaggio di van Nistelrooy, pareggio dell’egiziano Zidan, gol finale del giovane Parejo. Oggi, alle 15 (diretta SkySport 1), la squadra di Ranieri affronterà i tedeschi e cercherà di vincere il torneo con un undici completamente diverso, dal momento che il tecnico romano intende utilizzare questo doppio impegno per mettere i novanta minuti nelle gambe di tutti i suoi giocatori. Sarà quindi la volta di Amauri al fianco di Del Piero, con gli inglesi era toccato a Trezeguet e Iaquinta, anche se il brasiliano è entrato al posto dell'ex udinese nel corso della ripresa, permettendo a Ranieri di fare le prove per un modulo con una sola punta supportato da un centrocampo molto tecnico.
I grossi calibri dei Gunners - i vari Adebayor (pericoloso nel finale), Walcott, Nasri e Gallas - sono entrati solo nella ripresa, la Juve può essere soddisfatta per aver superato un esame importante. Qualche scelta potrebbe anche essere stata fatta: come già contro il Borussia Dortmund e il Milan, Ranieri ha scelto una linea difensiva formata da Grygera, Mellberg, Chiellini e Molinaro, ormai più che lanciati verso i preliminari di Champions. In attacco, in compenso, pare al momento tramontata l'ipotesi di vedere insieme dall'inizio Trezeguet e Amauri. Se ne riparlerà più avanti.