Juve-Inter è anche una questione di sicurezza

Per il derby d'Italia botteghini chiusi. Esauriti i biglietti in ogni ordine di posti. Eccezionali misure di sicurezza, caccia ai bagarini. Il questore: «Chi non ha il biglietto resti a casa»

Sarà anche una partita che non conta per la classifica, ma Juve-Inter non può essere presa alla leggera, soprattutto conoscendo le due tifoserie. Lo stadio Comunale di Torino è in piena città, la sicurezza di tutti i cittadini deve essere assolutamente garantita.
Severe le misure che verranno adottate fin dalla mattinata di oggi, in particolare finalizzate ad impedire l'ingresso a chi è sprovvisto di tagliando. Il questore di Torino Aldo Faraoni, ha anche organizzato un servizio mirato anti-bagarinaggio con diversi agenti in borghese nelle zone adiacenti lo stadio.
Juventus-Inter resta uno scontro dalla grande tradizione, tutti i biglietti sono già stati venduti, sia nel settore ospite, sia nei restanti posti dello stadio, quindi botteghini chiusi, inutile presentarsi senza tagliando.
Per garantire la sicurezza è stata disposta l'adozione di tutte le iniziative necessarie per evitare lo scavalcamento delle recinzioni e qualunque altro tentativo di ingresso di tifosi senza biglietto. La questura ha reso noto che la presenza di tifosi provvisti o sprovvisti di tagliando, se finalizzata a turbare l'ordine pubblico, sarà punita con il provvedimento del Daspo.
CDC