Juve-Roma, che battaglia A Iaquinta risponde Totti Il rilancio della Fiorentina

All'Olimpico non si vede calcio spettacolo, ma una partita vibrante. Vantaggio bianconero su idea geniale di Aquilani. Pareggio dei giallorossi su rigore. Nel primo anticipo il gol di Gilardino stende il Cesena

Torino - Guardia bassa e botte da orbi. Juventus e Roma non se le risparmiano. Forse la qualità non è eccelsa, Aquilani e Menez sembrano due marziani in mezzo a tutti quei muscoli a centrocampo, Totti e Del Piero campioni part time. Ma lo spettacolo non manca. Agonismo, contropiede ed emozioni. Da segnalare, in difesa, le prestazioni di Chiellini da una parte e di Mexes dall'altra. Decisivi in più di un'occasione. All'Olimpico nel momento migliore della Roma nel primo tempo passa la Juve. Aquilani supera Greco con un tunnel e crossa al limite per Iaquinta. L'attaccante si coordina e in mezza girata volante batte Julio Sergio incrociando all'angolo destro. I giallorossi non ci stanno e prima dell'intervallo agguantano il pareggio. Ci starebbe un rigore per intervento di Chiellini su Mexes. Ma Rizzoli sorvola. Salvo concedere il penalty qualche minuto dopo, all'ultimo respiro della prima frazione, per l'intervento con un braccio di Pepe su punizione di Totti. E' proprio il capitano romanista a battere Storari dal dischetto. Nella ripresa Del Neri e Ranieri cambiano e si inventano soluzioni. La partita resta viva, ma nessuno passa più. Le occasioni migliori capitano alla Juve. Ma il piattone preciso di Aquilani viene murato da Burdisso e sulla sventola da lontano di Quagliarella Julio Sergio risponde presente. Juve e Roma restano entrambe d'alta classifica, ma in questo momento si nessuna si fa preferire. 

La Fiorentina vince, Mihajlovic respira Con una prodezza di Gilardino la Fiorentina batte il Cesena tornando al successo, il terzo di fila al Franchi, dopo la sconfitta di mercoledì con la Roma. Una vittoria decisiva, anche per la panchina di Mihajlovic, macchiata però dall'infortunio di Adrian Mutu: sospetto stiramento all'adduttore per il romeno. La viola ringrazia Gilardino: con la rete di oggi supera Rui Costa e raggiunge Roberto Baggio a quota 39 nella classifica dei marcatori viola in serie A di tutti i tempi. L'attaccante di Biella va a segno al 14' della ripresa concretizzando una triangolazione Cerci-Ljajic-Cerci: arpiona il pallone di destro e, in mezza girata, fa centro di sinistro. Un gol bellissimo. Per il Cesena, arrivato a Firenze gasato dalla vittoria sulla Lazio, il rimpianto di una gara affrontata e giocata bene nella prima parte, salvo poi non riuscire a essere incisivo dopo lo svantaggio.