Juve-Samp, Dondarini sotto il torchio

Paola Balsomini

La Sampdoria il prossimo anno tornerà su Sky. La società blucerchiata sta firmando l’accordo con Mediapartners, che a sua volta venderà i diritti televisivi della prossima stagione al canale satellitare di Murdoch. La questione si è discussa ieri e alla fine si è arrivati ad un accordo particolarmente proficuo, soprattutto dopo la ridiscussione dei diritti televisivi che avverà in parlamento nelle prossime settimane. Per quanto riguarda il calcio, ieri, nella sfilata di audizioni in Figc, è stata la volta degli arbitri. Il primo ad arrivare è stato Dondarini, seguito subito da Messina. Proprio a Dondarini l'Ufficio Indagini, con a capo Saverio Borrelli, ha chiesto spiegazioni in merito ad alcune intercettazioni. Tra queste alcune riguardavano il match tra Sampdoria e Juventus, terminato per 3-0 a favore dei bianconeri, con un rigore assegnato agli ospiti e un penalty prima decretato e poi "cancellato" alla Sampdoria.
Insomma era stata una gara che aveva fatto discutere per parecchi giorni e che aveva fatto arrabbiare anche il tecnico Walter Novellino, protagonista nel post gara con dichiarazioni di fuoco. Altra partita su cui i magistrati stanno indagando è Juventus-Lazio, vinta, anche questa dai bianconeri. Clima cordiale, con Borrelli che ha tentato di mettere a proprio agio i direttori di gara, ma al termine dell'interrogatorio Dondarini si è trincerato dietro ad un semplice «È tutto a posto».
Intanto, con un po' di fatica per la situazione che si sta verificando, la Samp porta avanti le sue strategie di mercato, a cominciare dallo scambio tra Bonazzoli e Kutuzov. Al Parma oltre al bielorusso, sarà girato anche un ampio conguaglio per arrivare ad acquisire la metà del cartellino dell'attaccante e l'impressione è che il club gialloblù non inserisca più l'ariete che ha collezionato nove gol in campionato con la maglia della Samp, nelle sue priorità. Il nuovo tecnico Pioli infatti ha già individuato in Andrea Gasbarroni, altro ex alla corte di Novellino, la nuova punta per la prossima stagione. Oltre a questo è stata altrettanto determinante la volontà dello stesso Bonazzoli che vuole rimanere a Genova e che non ha alcuna intenzione di tornare a Reggio Calabria.
Per arrivare all'accordo con la società emiliana però l'amministratore delegato Beppe Marotta ha dovuto rinunciare proprio ad acquisire la metà del cartellino di Gasbarroni. L'esterno, di proprietà di Juventus e Palermo, tornerà al club di Zamparini che a sua volta lo girerà al Parma in cambio di Simplicio. Come dire, la Samp non si è inserita nella trattativa, evitando di diventare terzo incomodo. In realtà, in questa fase del mercato, la Sampdoria sta comunque tenendo sotto controllo la situazione, visto che non è nemmeno escluso che si possa ad arrivare ad acquisire sì la metà di Gasbarroni, ma quella della Juventus, soprattutto se la situazione per la società bianconera dovesse complicarsi. Questione di ore, per quanto riguarda le cessioni, per l'addio di Marco Pisano, pronto ad approdare a Palermo per 4 milioni di euro. Ieri Marotta si è visto a Milano con Foschi per decidere la cessione del difensore, ma la socità blucerchiata non gradisce l’arrivo, come contropartita tecnica, di Accardi.