La Juve sceglie San Fruttuoso per insegnare calcio ai bambini

Diego Vigne

Da sempre il nome Juventus è legato al successo nel calcio italiano e internazionale. Per costituire valide basi di successo è necessario partire però dalle fondamenta, cioè dai più piccoli; proprio i bambini con il loro entusiasmo possono rivitalizzare il nostro calcio.
In questa direzione è nata l' iniziativa «Juvesoccerschool», voluta in primis dalla società Juventus per riportare il calcio nei quartieri delle varie città. Questo progetto a Genova è affidato alla Associazione Sportiva D'Albertis che ha sede nel quartiere di San Fruttuoso, la quale si è presa l'onere e l'onore di supportare questa lodevole iniziativa.
In particolare il Dottor Perpignano, presidente dell'Associazione, con i suoi collaboratori stanno dando vita alla macchina organizzativa, che ha trovato qualche difficoltà logistica, ma che sta ottenendo ottime risposte per quanto riguarda le iscrizioni. Ovviamente su questo ha influito molto il nome Juventus. Quello che i dirigenti hanno voluto spiegare è che non si vuole garantire il sicuro successo ai bambini, ma che si vuole dar loro, che si avvicinano al calcio con entusiasmo, un'opportunità di formazione seria e di qualità.
L'iniziativa è comunque completa in ogni suo punto: alcuni tecnici della Juventus verranno a visionare i ragazzi, ogni bambino avrà il suo kit da gioco griffato bianconero e verranno forniti test motivazionali a ogni famiglia, proprio per coinvolgere a tutto tondo il contesto familiare.
È un progetto che profuma di calcio, quello vero, quello più vicino alla gente, quello lontano dai milioni che girano in questo pazzo mondo, e che sicuramente saprà dare un qualcosa di costruttivo a tutto questi bambini.