La Juve trova l'accordo per Vucinic

Calòciomercato / Stanziati inizialmente 30 milioni per il top player, la Juventus alla fine ne spenderà 18 per arrivare al romanista Mirko Vucinic. Frey al Genoa in attesa di Gilardino. Il Napoli corteggia Pandev. Settanta milioni in 3 giorni: <strong><a href="/sport/settanta_milioni_tre_giorni_lo_shopping_sfrenato_leo/30-07-2011/articolo-id=537640-page=0-comments=1#commenta">lo shopping sfrenato di Leonardo</a></strong>

Stanziati inizialmente 30 milioni per il top player, la Juventus alla fine ne spenderà 18 per arrivare a Mirko Vucinic: il risparmio è netto, poi nel corso della stagione bisognerà vedere se sarà stata la scelta giusta. Fatto sta che, dopo che il Villareal ha tolto dal mercato Giuseppe Rossi, Marotta si è gettato sul montenegrino della Roma: 18 milioni cash e Conte avrà a disposizione un tuttofare per l'attacco, buono sia da prima che da seconda punta e volendo anche da esterno.

Non il fenomeno che si aspettavano i tifosi, ma un buon giocatore che completerà il reparto con Matri, Quagliarella, Del Piero e Toni: dovendo giocare una sola competizione, l'abbondanza non manca tenuto conto anche della presenza di Krasic e Pepe. A Vucinic, la cui ufficialità arriverà a breve, la Juve riconoscerà un quadriennale da 3,5 milioni a stagione, poco più di quanto percepito finora nella capitale. Sistemato l'attacco e salutato Bastos, vicino al rinnovo con il Lione, i bianconeri si concentreranno adesso sulla difesa: Lugano è obiettivo più che raggiungibile, addirittura a parametro zero se il Fenerbahce dovesse essere retrocesso. E comunque, visti i soldi risparmiati per l'attacco, la clausola di 3,5 milioni è tutt'altro che proibitiva.

Ieri è stata soprattutto la giornata del Genoa: Sebastian Frey sarà infatti un giocatore del Grifone per i prossimi cinque anni e, dopo il grave infortunio della passata stagione e il cartellino regalatogli dai viola, si rimetterà in gioco sotto la Lanterna dove potrebbe accasarsi anche Gilardino. I 18 milioni chiesti da Corvino sono al momento troppi, però Preziosi ci sta pensando. In viola rischia invece di non andarci Aquilani: l'ex giallorosso e juventino non ne può più di cambiare casacca ogni stagione e ha detto chiaramente di non gradire il prestito, sia pure con diritto di riscatto. Quindi: o trasferimento definitivo o nulla. Se ne riparlerà: nel frattempo il Principino gioca con la maglia del Liverpool e aspetta. È in attesa anche Pandev, il quale difficilmente resterà all'Inter: la corte del Napoli si fa serrata e ieri Carlo Pallavicino, uno dei suoi agenti, ha fatto sapere che «Goran piace tantissimo a Mazzarri. È un’ipotesi affascinante».

Le strade potrebbero insomma unirsi, così come alla fine il portiere Stekelenburg dovrebbe lasciare l'Ajax per andare alla Roma: «È fastidioso che ci voglia tanto tempo - si è però lamentato ieri il giocatore -. La chiarezza sarebbe meglio per tutte le parti». A Roma prendano atto: nel frattempo il ds Sabatini potrebbe trovere modo di vendere Borriello al solito Psg: «Leonardo stima il giocatore - ha detto ieri Tiberio Cavalleri, agente dell'attaccante - ma nulla è deciso». Se una dozzina di milioni viaggeranno tra le due capitali, Borriello potrebbe trovarsi a giocare al fianco di Pastore. In Francia, al Marsiglia, potrebbe andare anche Amauri nonostante il Parma continui a fargli la corte.