Juve vicinissima a Ranieri Adriano e soldi per Eto’o

Il centravanti del Barcellona inseguito da Inter, Milan, Liverpool e Arsenal. Moratti potrebbe annunciare l’ingaggio di Chivu e Suazo. Il Real Madrid insiste con Kakà

Claudio Ranieri è sempre più vicino alla Juve. Anche se ieri, richiamato ai suoi doveri dal Manchester City, si era fatta forte la candidatura di Gianluca Vialli. In realtà questa seconda pista era dettata dagli impegni presi precedentemente da Ranieri in Inghilterra, sebbene fossero probabilmente solo verbali. Ranieri ha problemi a liberarsi, la Juve ha fretta, Vialli è un’incognita e il suo gradimento sui senatori Buffon e Camoranesi da verificare. Resta aperta l’ipotesi Antonio Conte, altra soluzione che porta lontano dal progetto Lippi. Ranieri è in Inghilterra, potrebbe scusarsi e salutare, ma lì ha lavorato e non vuole lasciare un’immagine negativa, sta tentando di spiegarsi e la cosa non è così semplice. In serata è intervenuta la stessa società bianconera che si è detta disposta ad aiutare Ranieri a liberarsi, eventualemnte pagando una possibile penale. Il vertice Juve non si ferma, Marco Tardelli rileva le mansioni di Roberto Bettega, consulente di mercato al quale non verrà rinnovato il contratto, il primo rinforzo potrebbe essere Momo Sissoko, centrocampista del Liverpool, valutazione 15 milioni, quasi un terzo del budget. Sissoko non ha fatto una grande stagione, il Liverpool lo ha offerto in prestito gratuito alla Sampdoria che ha rifiutato, più probabile che i contatti col Liverpool siano diretti verso Xabi Alonso che i reds hanno offerto al Barcellona con l’aggiunta di 20 milioni di euro per arrivare a Eto’o, sul quale anche Massimo Moratti ci sta provando. «Le porte sono aperte a tutti», ha dichiarato il suo agente José Maria Mesalles, anche se il Milan viaggia su una corsia preferenziale dopo gli incontri di questo inverno fra il fratello di Eto’o e Ariedo Braida, in un’occasione presente anche lo stesso giocatore. È una questione di motivazioni e non di soldi, Inter e Milan sono pronte a offrire la medesima cifra e buone contropartite tecniche. Difficile ma non improbabile lo scambio con il brasiliano Adriano, Massimo Moratti e Joan Laporta, presidente del Barcellona, avranno modo di parlarne con calma quando verrà fissata data e ora del trofeo Gamper al quale è invitata l’Inter, particolare che ha irrigidito via Turati. Ma non quanto l’inserimento del Liverpool che secondo il quotidiano As, sarebbe disposto a offrire 60 milioni di euro cash contro i 40, e non tutti in contanti, delle milanesi. Adriano potrebbe entrare in uno scambio per ottenere Thierry Henry dall’Arsenal o Antonio Cassano dal Real. Anche l’Arsenal peraltro è decisamente in corsa per Eto’o. Ma Adriano ha mercato, la pista con il Real è calda e potrebbe risolversi con uno scambio di prestiti con Cassano. Inter che potrebbe annunciare già oggi l’ingaggio dell’onduregno David Suazo, 14 milioni di valutazione, tanti, e quindi del romeno Cristian Chivu, 12 milioni. La Roma sta lavorando duro per bloccare il centrale difensivo, mercoledì il ds Daniele Pradè vola a Timisoara, dove la Romania affronta la Slovenia, per un incontro definitivo con Victor Becali e Andrea Pretti, procuratori del calciatore. Sarà un vero e proprio raid, a Chivu verrà offerto il medesimo pacchetto presentato a Philippe Mexes: tetto d’ingaggio di 2,5 milioni a stagione, premi a vincere fino 1 milione di euro, contratto quadriennale con la clausola di ridiscutere gli accordi al termine del secondo anno. Il francese sembra convinto, la firma si attende per mercoledì, per Chivu situazione più complicata proprio per l’offerta dell’Inter che mette sulla bilancia la metà di Pizarro e il cartellino di Grosso. Rosella Sensi avrebbe avuto contatti diretti con Massimo Moratti e la Roma sarebbe corsa ai ripari trattando Per Mertesacker, difensore centrale del Werder Brema e della nazionale tedesca, senza scartare l’ipotesi di un ritorno di Walter Samuel che ha espresso parere favorevole. Il Milan dopo il rinnovo fino al 2010 di Carlo Ancelotti si muove pesante: Gianluca Zambrotta ha dichiarato di non lasciare Barcellona ma ha firmato un precontratto con i rossoneri, il difensore brasiliano Alex del Psv è in trattativa avanzata, il brasiliano Emerson anche, ma qui occorre capire che aria stia tirando con il Real. La stampa madridista ripropone quotidianamente il tormentone Kakà e il brasiliano fa poco per seppellire l’equivoco. Il Real avrebbe pronti 60 milioni di euro, il Milan non prende neppure in considerazione la faccenda, ma il prossimo main sponsor dei bianchi sarà proprio Bwin. Due dietrofront: l’accordo fra l’Al Ittihad e Figo non si è concluso e il portoghese potrebbe restare all’Inter. Totti invece avrebbe deciso di non rimuovere la placca che potrebbe tenersi a vita.