Juventus-Ajax sfida a senso unico: per gli olandesi Torino è un tabù

I bianconeri partono dal vantaggio acquisito all'andata (2-1) ad Amsterdam e possono contare anche su una tradizione favorevolissima: l'Ajax non ha mai vinto a Torino su quattro precedenti e ha strappato un solo pareggio perdendo poi ai rigori

Tre vittorie e un pareggio (con passaggio del turno ai rigori) su quattro precedenti a Torino è il beneaugurante riscontro statistico che lancia la Juventus (già forte del 2-1 dell'andata ad Amsterdam) verso gli ottavi di finale della Europa league, l'ex coppa Uefa.
L'ultima volta che i lancieri si sono presentati a Torino (allora si giocava al Delle Alpi) era il 23 novembre 2004, fase a gironi della Champions league, e la Juve si è imposta per 1-0. Decisivo un gol di Zalayeta al 15'. La Juve di Fabio Capello giocava con Buffon, Birindelli (Cannavaro), Thuram, Montero, Zambrotta, Camoranesi (Olivera), Tacchinardi, Emerson, Nedved, Ibrahimovic (Kapo), e Zalayeta. Gli olandesi di Ron Koeman rispondevano con Vonk, Trabelsi, Grygera, Escudè, Maxwell, De Jong (Sneijder), Galasek, Van der Vart, Rosales, Boukhari (Miltea), Babel (Anastasiou).
la prima volta dell'Ajax a Torino (all'allora Comunale) è invece del 27 novembre 1974, ottavi di finale di coppa Uefa, e anche allora fu una vittoria bianconera per 1-0 firmata da Oscar Damiani (19'). La Juve di carlo Parola giocava con Zoff, Gentile, Cuccureddu, Furino, Morini, Scirea, Damiani, Causio, Anastasi, Viola (Capello) e Bettega (Altafini). L'Ajax, reduce dal fantastico tris di coppe dei Campioni (1971-72-73) giocava con Schrijvers, Suurbier, Krol, Dusaba, Hulshoff, Blankenburg (Van Dord), Mulder, A.Muhren, G.Muhren, Haan, Steffenhagen.
L'unico pareggio a Torino tra le due squadre è del 15 marzo 1978, quarti di finale di coppa Campioni: finisce 1-1 come all'andata, ma i bianconeri la spunteranno ai rigori. La Juve del Trap gioca con Zoff, Cuccureddu, Cabrini, Gentile, Morini, Scirea, Causio, Tardelli (Spinosi), Fanna (Boninsegna), Benetti, Bettega. L'Ajax con Schrijvers, Zuidema, Everse, Erkens, Van Dord, Krol, Arnesen, Schoenaker, Geels, tahamata, Meyer (La Ling). Segnano Tardelli (21') e La Ling (75'). Poi dal dischetto sbagliano tutti gli olandesi, mentre segnano Benetti, Cabrini e Causio. La Juve avanza, anche se poi verrà eliminata in semifinale dal Bruges.