Kabul, strage di civili: 30 morti in un raid Usa

Secondo i risultati di un'indagine dell'esercito americano indicano che da 20 a 30 civili e 60 talebani sono rimasti uccisi il 4 maggio. La strage è avvenuta durante un raid americano contro due villaggi nella parte occidentale del paese

Kabul - Risultati parziali di un’inchiesta dell’esercito americano indicano che da 20 a 30 civili e 60-65 talebani sono rimasti uccisi il 4 maggio. La strage in un raid aereo americano contro due villaggi nell’Afghanistan occidentale. "Questa è la stima più accurata", ha detto il portavoce delle forze americane a Kabul, Greg Julian."Le informazioni da noi raccolte e un video dimostrano che la strage è stata deliberatamente provocata dai talebani".

Bomba contro convoglio: morti 2 soldati americani Due statunitensi - un soldato e un civile che lavorava per i militari - sono rimasti uccisi in Afghanistan nell’esplosione di un ordigno lungo la strada che ha investito il mezzo su cui viaggiavano nei pressi della base aerea Usa di Bagram, alle porte di Kabul. Lo dicono fonti sia afghane che militari. Dell’attentato si era già saputo ma finora non era stata precisata la nazionalità delle vittime, definite dalle fonti afghane "militari stranieri". Le fonti locali dicono che uno dei mezzi del convoglio militare sul quale i due viaggiavano è andato distrutto nell’esplosione.