Kabul, uccisa parlamentare: lottava per i diritti delle donne

Sitara Achakzai, consigliera provinciale a Kandahar, è stata assassinata da alcuni uomini armati all'uscita della sua abitazione. L'esercito afgano reagisce a un'imboscata e uccide 22 talebani<br />

Kabul - Uccisa una donna impegnata nella difesa dei diritti umani, che era stata eletta nel Consiglio provinciale di Kandahar. Sitara Achkzai è stata uccisa a colpi di arma da fuoco da sconosciuti nel capoluogo della provincia, una delle più turbolente per la forte presenza di talebani. Da giorni infuria nel Paese la polemica sui diritti delle donne dopo l’approvazione di una legge che stabilisce la subordinazione della moglie al marito e in pratica ne autorizza lo stupro.

Uccisi 22 talebani Ventidue talebani sono stati uccisi in combattimenti con le forze afghane e straniere nell’Afghanistan meridionale. Gli scontri sono scoppiati dopo un’imboscata tesa ieri sera dai talebani nel distretto di Shinkay, nella provincia di Zabul. Secondo il capo della polizia provinciale, 4 degli uccisi erano pachistani e gli altri tutti afghani. Il sud dell’Afghanistan è la principale base operativa contro i talebani che hanno governato l’Afghanistan dal 1996 al 2001.