Un Kakà d’oro collezionista di coppe e trofei

Senza storie. Ricardo Izecson dos Santos Leite detto Kakà non ha concorrenti. È lui l’uomo d’oro del calcio mondiale nel 2007 e chi lo discute peste lo colga. Incoronato a Parigi in un mattino umido di inizio dicembre per poi collezionare, al ritorno dal Giappone, con una puntata a Zurigo, il secondo premio, il Fifa World Player, decretato dai ct di tutto il mondo. Kakà può esibire, al contrario dei suoi rivali (in tutte e due le classifiche gli stanno dietro Cristiano Ronaldo del Manchester e Messi del Barcellona), i tre trofei alzati dal Milan in un 2007 indimenticabile. A cominciare dalla Champions League di Atene, dominata dagli ottavi fino all’atto conclusivo grazie ai sigilli del brasiliano. Per poi finire con la Supercoppa di Montecarlo e il mondiale per club a Yokohama. Cosa volete più dalla vita?