Kakà decisivo Ronaldo super

MILAN
3 DIDA. Collezionista di farfalle da portare in carrozza a Barcellona. Il pubblico non ne può più e lo infilza coi fischi.
6,5 ODDO. Il suo primo gol in rossonero è una vera prodezza balistica: prima e dopo solo qualche cross e chiusure incerte.
6,5 SIMIC. Con Dida fare il centrale è un rischio per l’incolumità, un lavoro usurante.
7 BONERA. Ha una fatale esitazione sul gol del Chievo poi cerca di chiudere tutti i valichi. E vi riesce con vera baldanza.
6 JANKULOVSKI. Il riposo non gli giova per niente: sbaglia quasi tutto, disimpegni e anche cross per i suoi attaccanti.
6,5 BROCCHI. Generoso, merita perciò la considerazione del suo pubblico.
5 PIRLO. Non trova mai il lancio giusto e alla fine anche il paziente Ancelotti perde il controllo e lo manda al diavolo.
6,5 GATTUSO. Più che rischiare l’osso del collo per difendere la sua area non può fare. Rimedia un giallo per frenare i rivali. Dal 35’ st SEEDORF 7. Chirurgico.
6,5 KAKÀ. Decisivo quando cambia ruolo, quando accelera, quando parte da sinistra, quando tira anche da 30 metri.
6 GILARDINO. Spreca tanto, troppo per i gusti del Milan ma riesce a mettere il piede giusto e si salva da un’altra bocciatura. Dal 32’ st AMBROSINI sv.
7,5 RONALDO. Fa quasi tutto ad altissimo livello: scatto, dribbling, assist, tiri in porta, pallonetto. Gli manca il timbro. Dal 43’ st FAVALLI sv.
All. ANCELOTTI 6. Il modulo è da preparare prima e meglio.
CHIEVO VERONA
6 SQUIZZI. Una prodezza e uno svarione pari sono.
6 MALAGÒ. Dalla sua parte il traffico più pericoloso.
5 MANDELLI. Contro Ronie si aggrappa come può.
5 D’ANNA. L’esperienza serve a ridurre i danni maggiori.
5,5 LANNA. Lascia scoperto il fianco a Oddo una volta.
6 SAMMARCO. Lavoro oscuro, lavoro duro, lavoro utile. Dal 35’ st RRUDHO sv.
6 ITALIANO. Prende stecche e non si lamenta quasi mai.
6 TROIANO. Commette falli rischiosi. Dal 1’ st BRIGHI 5. Scarso rendimento.
5 SEMIOLI. Cerca di incunearsi nel fianco di Oddo.
5,5 PELLISSIER. Gol facile, più complicato il resto.
6 COZZOLINO. Ragazzo che si deve fare. Dal 16’ st KOSOWSKI 5.
All. Del Neri 6. Si doti di cellulare, la prossima volta.
Arbitro TAGLIAVENTO 7. Personalità e sicurezza degne di un arbitro del futuro.