A Kakà e Toni negati rigori solari

Juventus-Fiorentina: calcio di Zebina a Toni, giusto rigore. Regolare il gol di Toni, Zebina lo tiene in gioco. Kovac strattona Toni: rigore non dato. Empoli-Palermo: Riganò aggancia il piede di Flachi, il rigore c’è. Messina-Treviso: giusto il giallo a Sculli per simulazione. Milan-Chievo: l’arbitro Bertini ignora una vistosa spinta alle spalle di Lanna su Kakà, rigore macroscopico negato al Milan. Su cross di Gattuso, Malagò interviene con la testa in anticipo su Inzaghi, ma Bertini vede un tocco volontario del pallone col braccio sinistro e concede un penalty che non c’è. Parma-Reggina: punizione di Bresciano, mano intenzionale in barriera di Modesto che non si protegge il viso, ma allarga il braccio e quindi il rigore c’è, malgrato le vistore proteste dei giocatori calabresi. Roma-Lecce: Panucci spinge alle spalle Vucinic, Saccani vede bene e dà il penalty. Curioso l’episodio finale: il recupero è scaduto da 10“, Delvecchio segna di testa e Saccani fischia subito la fine.