Kakà, il Real offre 70 milioni

Nella corsa alla presidenza della <em>casa blanca</em> Florentino Perez, il favoritissimo, gioca la carta del milanista: da sempre un suo pallino calcistico. In arrivo anche Cristiano Ronaldo, valutato 100 milioni

Madrid - Il Real Madrid si appresta a voltare pagina. Alla guida del club più titolato di Spagna si prepara a tornare Florentino Perez, che in questo momento è l’unico candidato alla presidenza nelle elezioni che si svolgeranno a breve (la data è ancora da stabilire). Secondo il giornale spagnolo Sport, Perez, in caso di rielezione al vertice del sodalizio castigliano, punterebbe subito a ricostruire una squadra galactica, cercando di assicurarsi elementi come Cristiano Ronaldo e Kakà, già ambito da Ramon Calderon. La stella portoghese del Manchester United verrebbe a costare intorno ai 100 milioni, mentre il cartellino di Kakà - secondo il giornale - verrebbe valutato fra i 60 d i 70 milioni di euro: i due guadagnerebbero circa 12 milioni di euro a stagione.

Kakà se ne va Kakà, scrive il giornale, sarebbe pronto a porre fine alla propria carriera a Milano. Il brasiliano non sarebbe in sintonia con il progetto elaborato da Berlusconi, che ha cercato di allestire una squadra piena di stelle, a immagine e somiglianza del Real di Florentino Perez. Dopo l’arrivo di Ronaldinho, Kakà non si sentirebbe a proprio agio nell’attacco del Milan e cercherebbe una via d’uscita. L’offerta attira Perez che non ha mai nascosto di voler vedere Kakà con la camiseta blanca addosso. Il neopresidente annuncerebbe le due operazioni di mercato in coincidenza con la presentazione della propria candidatura. Raul o Higuain, attualmente titolari, sarebbero destinati a fare spazio alla nuova coppia di attaccanti. Sempre secondo il giornale Sport, Perez, per allestire uno staff dirigenziale all’altezza, punterebbe anche sull’ex attaccante dell’Argentina campione del mondo 1986, Jorge Valdano, e sul francese Zinedine Zidane.