Kakà show problema Dida

nostro inviato a Padova

TREVISO
ZANCOPÈ 5. Gli va bene: provoca il rigore ma non subisce il giallo.
GALEOTO 5. Pedala come un matto: tanta fatica per poco.
COTTAFAVA 5. Cerca di chiudere a chiave la sua area: non riesce.
VIALI 5. Ha l’esperienza, gli manca tutto il resto.
LORENZI 5. Nello stretto se la cava, nel largo si vedono i limiti.
GIULIATTO 5. Se la cava fino a quando c’è Stam di fronte.
FILIPPINI A. 5. Col fratello si cerca poco: deve badare ad altro. Dal 28’ st PARRAVICINI sv.
GALLO 5. Scompare dopo 20 minuti.
FILIPPINI E. 5,5. A zero la sua nota carica. Dal 40’ st MUNTASSER sv.
REGINALDO 6,5. Spina nel fianco della difesa Milan. Dal 22’ st PINGA sv.
FAVA 5. Neanche una palla decente.
All. ROSSI 5,5. Difendersi in 8 col Milan, non è il massimo della strategia.
MILAN
DIDA 5,5. Le ultime vicende gli han tolto sicurezza e precisione chirurgica. Specie nelle uscite che non sono una sua specialità. Su Reginaldo rischia la vita e anche la figuraccia.
STAM 6. Si rovina una gamba per togliere dalla porta una palletta di Reginaldo. Sostituito. Dall’8’ st CAFU 5. Arriva a partita decisa e non sembra aver voglia di spendere energie.
NESTA 6. Per mezz’ora risulta in ansia con tutto il reparto di fronte ai signor nessuno del Treviso. Poi si assesta.
MALDINI 6,5. È l’unico ormeggio in una difesa sull’orlo di una crisi di nervi: prende al guinzaglio Reginaldo e toglie qualche castagna dal fuoco.
SERGINHO 5. Se gioca da terzino e se ne resta sull’argine, la sua utilità è molto discutibile. Se da mediano non combina altro, vuol dire che è in un pomeriggio no.
GATTUSO 6,5. Comincia a dare segni di grande vitalità. E non solo perché sfiora il gol e offre un assist al bacio per Gilardino. È l’unico che fa seriamente il proprio lavoro.
PIRLO 6. Si può scegliere tra stanchezza e stato di forma in ribasso: di certo non firma giocate utili e quando c’è da tirare il rigore lo lascia a Sheva.
SEEDORF 6. Dopo 10 minuti ci sarebbe da chiedergli: ma se non hai voglia perché sei venuto fino a Padova? Un altro allenatore l’avrebbe tirato fuori.
KAKÀ 7,5. Uno spettacolo. Gioca più per il pubblico e per la platea televisiva che per la squadra: ma un paio di numeri sono di altissima scuola e gli valgono l’applauso.
SHEVCHENKO 7. In coppia con Kakà continua a fare sfracelli e a firmare sigilli decisivi. Si prende l’incarico, dal dischetto, di mettere la partita sul binario giusto.
GILARDINO 6,5. Si procura il rigore, ha tra i piedi tre occasioni da gol, uno realizzato, due falliti: percentuale bassina per un bomber come lui. Non se la prenda e tiri dritto.
All. ANCELOTTI 6. A Un certo punto, per protesta, avrebbe dovuto lasciare la panchina.
Arbitro PALANCA 6,5. Poche ammonizioni, sul rigore vede giusto.