Kakà, Tevez e Rhodolfo: tutti dicono "non si fa" ma Milan, Inter e Juventus non mollano

Milan su Ricardo, l’Inter insiste sul gioiello del City, la Juve
rilancia sul brasiliano. Forlan nerazzurro: "Grazie presidente". Domani
fine dei giochi

Buone notizie dal mondo. Josè Mourinho blocca Ricardo Kakà che dichiara: «Voglio restare al Madrid, tutte le voci che circolano sono false, resto qui e l’ho sempre detto». Roberto Mancini blocca Carlitos Tevez: «Ormai è arrivata in Inghilterra anche tutta la sua famiglia», e Ivan Carminati, preparatore atletico del City, spiega la situazione di Mario Balotelli: «Non c’è solo lui ad andare in panchina, è una situazione che vivono anche tanti altri nostri campioni. L´importante è che Mario dia la disponibilità ad allenarsi e continui a farlo seriamente, con tre partite a settimana ci sarà spazio per tutti». Adalberto Baptista, direttore sportivo del San Paolo, blinda Rhodolfo: «Il club esclude qualsiasi possibilità di trattativa per il suo cartellino in questa finestra di mercato. L’ho incontrato, gli ho spiegato la sua importanza all’interno del gruppo per il raggiungimento dei nostri obiettivi e lui è d’accordo a proseguire la sua avventura con noi». Seydou Keità è ritenuto la spina dorsale del Barcellona: «Ci sono Fabregas, Xavier Hernandez, Iniesta, Alcantara e Piquet, anche Mascherano - scrive «El Mundo Deportivo» -, ma Keità non si muove da Barcellona».

Eppure le nostre sono sotto e aspettano che City, Madrid e Barcellona buttino qualcosa dalla finestra, qualcuno non la racconta giusta. Il Milan a Kakà ci pensa sempre, Tevez all’Inter non è un mistero e la Juventus si aspettava un comunicato del genere da parte del San Paolo sul centrale difensivo Rhodolfo, tanto che Beppe Marotta si è lasciato sfuggire: «La trattativa su Bruno Alves non ne esclude altre», è ha alzato l’offerta da sei a otto milioni per il brasiliano. Però il tempo stringe, portare qui un sudamericano, fargli fare la trasvolata e le visite mediche prima che chiuda il mercato domani alle 19 è quasi un’impresa. Comunque sono arrivati Diego Forlan per 5 milioni e Pablo Daniel Osvaldo dopo una stagione all’Espanyol, 15 scuciti da Mr Tom: «Quei soldi li valgo tutti. Ho sempre sognato di giocare al fianco di Totti, l’unico fuoriclasse».

Affermazione che ha gelato, colta al volo dall’ad Claudio Fenucci che ha fatto subito circolare l’aria: «Nei prossimi giorni Sabatini avrà la possibilità di incontrare Daniele De Rossi e il suo agente per il prolungamento e rinnovo del contratto. E poi sicuramente arriveranno un centrocampista e un difensore». Simon Kjaer, Rodrigo Palacio e Fernando Gago, scaricato da Josè Mourinho, gli obiettivi. Diego Forlan si è limitato a salutare quelli dell’Atletico e omaggiare il nuovo presidente: «Non sempre a 32 anni si ha la possibilità di andare in un grande club, per questo devo ringraziare Moratti». Firma un biennale a quattro milioni a stagione, premi a parte.

Ufficiale l’arrivo di Andrea Poli e la partenza di Davide Santon, il bambino che doveva fare la storia dell’Inter va al Newcastle, neanche il Cesena ha creduto in lui, all’Inter 6 mln più eventuali bonus. Dovrebbe seguirlo Sulley Muntari, 9 mln per il suo cartellino. Ieri c’era il ds genoano Stefano Capozucca in zona Saras, ore decisive per Viviano, Kucka e Palacio. Il portiere diventa una comproprietà ma resta a Milano per la riabilitazione dopo il grave infortunio, Juraj Kucka arriverà a gennaio, Rodrigo Palacio è sul mercato perché Enrico Preziosi è sicuro di arrivare ad Alberto Gilardino e vuole cash che l’Inter non intende sborsare.

Moratti vuole Mauro Zarate. Claudio Lotito piuttosto lo gira in prestito gratuito a Preziosi nell’ultimo secondo utile per depositare un contratto. E ieri sera Adriano Galliani era a cena con Enrico Preziosi. Marco Borriello e il Paris Saint Germain sono a un passo, Leonardo ha il consenso dell’attaccante che ha allenato ai tempi del Milan, la Roma chiede gli 8 mln necessari per chiudere con il Genoa per Palacio. Due notizie interessanti: Sneijder ha ammesso che gli toccherà restare: «Non credo che succederà nulla». La Roma sta ottenendo Fernando Gago in prestito gratuito dal Madrid, si stanno aprendo le gabbie, una speranza per tutti.