Kakà torna al Milan e l’arbitro Ovrebo si fa frate In Spagna è il momento del «pesce di dicembre»

Avviso ai naviganti: il 28 dicembre non prendete sul serio nemmeno una delle notizie bomba che arrivano dalla Spagna. Per gli spagnoli ieri era infatti il dia de los inocentes, il nostro primo aprile. Elevatissimo, quindi, il rischio di trovarsi tra le mani un bel pesce di dicembre. E di sventolarlo pure come uno scoop da premio Pulitzer.
Ha iniziato domenica - anticipando di un giorno i colleghi - il quotidiano madrileno e madridista As che titolava a tutta pagina: «Lo sceicco del City vuole il Real Madrid», con tanto di dettagli economici, «pronto un miliardo di dollari», e burocratici: visto che il regolamento Fifa, proseguiva il quotidiano iberico, non consente di possedere contemporaneamente due club, lo sceicco Al Mansour avrebbe già deciso di regalare il City a un altro membro della famiglia reale per concentrarsi solamente sulla «squadra del secolo». Balle. Tutte balle, considerando pure che lo statuto del Real Madrid non prevede minimamente la cessione del club.
Ma la bomba di As è stata un piccolo antipasto della scorpacciata di pesci di dicembre di ieri. Una tavola imbandita di bufale (senza mozzarelle) che non conosce confini e limiti di fantasia. Come questa. Dopo esser stato ricoperto di insulti nella semifinale di Champions League dello scorso anno tra Chelsea e Barcellona, nella quale non assegnò almeno due rigori nitidi ai Blues, l’arbitro Tom Henning Ovrebo, ormai ex fischietto, ha deciso di farsi frate: sarà padre Knut. La clamorosa notizia arriva ancora una volta dalle pagine telematiche di As che riprende una fantomatica dichiarazione rilasciata alla tv norvegese: «Solo il ritiro, la ricerca della piena spiritualità e la devozione verso il prossimo mi permetteranno di recuperare la pace personale che ho perso quella notte a Londra»: troppo divertente per essere vera.
Ancora. Dopo la presunta (?) cessione dell’attaccante Bojan Krkic, stellina del Barça, ai rivali dell’Espanyol è lo stesso croato a parlare dal proprio sito bojansite.es: «Pur di non giocare nell’Espanyol sono pronto a ritirarmi». Finita qui? Per niente. Dopo Ovrebo frate e Krkic che appende le scarpe al chiodo, Yahoo rilancia: «Florentino compra un antimadridista», commentando l’acquisto del blaugrana Oleguer. Ancora la città di Madrid protagonista sulle pagine di madridmemata.es: dopo la delusione per la mancata assegnazione a Rio dei Giochi del 2016, la capitale spagnola ci riprova... per i giochi invernali del 2018. Magari tra otto anni, saranno cresciute pure le montagne.
Ultim’ora: il Milan ha in mente una manovra pazzesca per riportare in rossonero Kakà. Pur di rivedere il brasiliano a Milanello, Galliani ha proposto al presidente del Real Madrid un folle scambio: sul piatto della bilancia, Ronaldinho e Beckham. Ci sarà da crederci?