Kamikaze al bar: 30 morti in Irak

Bagdad. Nuova strage in Irak: ieri almeno 30 persone sono rimaste uccise e una trentina ferite in un attentato suicida in un caffè di Balad Ruz, a 100 chilometri a est di Bagdad. Il kamikaze è entrato nel bar - frequentato da giovani faili, ossia sciiti di etnia curda - e si è fatto esplodere. Quattordici morti, tutti pellegrini, in altri due attentati. Nella periferia meridionale della capitale una bomba ha causato la morte di sette fedeli e ne ha feriti 23. Ad alcuni chilometri di distanza, poco dopo, un’autobomba ha ucciso altri sette fedeli e un poliziotto. A Bagdad hanno perso la vita anche tre soldati americani. Un ordigno è stato fatto deflagrare al passaggio del veicolo sul quale si trovavano.