Kamizaze scatenati: 80 morti

Bagdad. Kamikaze scatenati in Irak. Oltre 80 persone sono morte e 160 sono rimaste ferite ieri in due attacchi con autobomba a Bagdad, vicino a un mercato nel quartiere Bab al Sharji, dove vengono venduti vestiti usati e strumenti elettrici. Un altro attacco, sempre con le stesse modalità, ha provocato almeno dieci morti e quaranta feriti in un mercato cittadino nei pressi di Baquba. A Bagdad la polizia è stata costretta a sparare in aria per aprire un varco tra la folla alle ambulanze e ai soccorsi in arrivo dopo le due esplosioni. Dopo la sanguinosa giornata di domenica, con cinque soldati americani che hanno perso la vita nella provincia occidentale di Al Anbar, ieri altri due militari Usa sono morti per le ferite riportate nello scontro con i ribelli. Dall’inizio della campagna irachena a marzo del 2003 sono morti 3.052 soldati americani.