Kathy nuda per sport schiaccia i luoghi comuni

Berlino. Si chiama Kathy Radzuweit, gioca centrale, ha 25 anni, è alta solo 1,96 metri, è tedesca e ha fatto arrabbiare tutti per le foto apparse su Stern dove appare bella e scopertissima.
Ma la vera notizia è un’altra, non sono le solite foto rubate, affatto. Qui ormai siamo alle pose cercate e ottenute, una scelta che fa tendenza da quando le ragazzine del soccer australiano si spogliarono e realizzarono un calendario per autofinanziarsi. Alla schiacciatrice berlinese, madre dell’Est e padre cubano entrambi pallavolisti, e alle sue compagne di nazionale, è bastato dimenticare di vestirsi una mattina per guadagnarsi otto pagine su Stern con un servizio speciale su Max, solo per lei, in cui era presentata come Miss Mondiale. Kenya, Egitto e Repubblica Dominicana hanno chiesto alla federazione internazionale di intervenire duramente, la Russia scandalizzata ha protestato e minacciato. Le sportive escono dai palazzetti e dai campi per finire sulle pagine dei periodici patinati, sono belle, brave, attraenti e non è chiarissimo il motivo per cui un’atleta non possa fare quello che a una casalinga è consentito. Adesso Kathy è venuta a giocare da noi a Imola. Una volta si diceva che le donne erano tutte uguali, tranne mamme, sorelle e mogli, nell’ordine. Aumentiamo il giro delle intoccabili, mettiamoci anche le atlete.