Kaunas in campo con la cabala: niente donne

Evviva la scaramanzia, quando in campo va la cabala e tutto il resto sembra noia pura. Leggete e stupitevi anche voi, è tutto vero, verissimo. Praticamente un tackle in scivolata all'abc del pallone. Tattica e tecnica? Prima giochiamo la partita in un altro modo. La storia arriva direttamente in aereo dalla Lituania, servita dal Kaunas, l'avversario di stasera della Samp nel match d'andata di Coppa Uefa.
Spieghiamo meglio. La ragazza dell'agenzia di viaggio che ha curato la trasferta in Italia non è salita sul charter con il resto della comitiva, sbarcata ieri pomeriggio poco dopo le 14 all'aeroporto Cristoforo Colombo. E quindi? Per lei un bel volo di linea. Non è finita. C'è la seconda pagina di questa particolare vicenda. L'addetta che aveva il compito di accompagnarli da Sestri all'albergo nel centro città ha seguito il pullman della truppa lituana con un’auto privata. La ragione? Semplice per loro. Curiosa e molto per noi. Nessuna donna a bordo. Proprio così, avete capito bene: in Lituania hanno questa idea, sembra che porti sfortuna. Beh, la scaramanzia va bene, ma quelli del Kaunas hanno le idee chiarissime. Un paio di dirigenti la buttano lì: «A Genova finisce zero a zero mentre nel ritorno vinciamo noi 2-0». Mentre José Couceiro, il tecnico portoghese non vuole sbilanciarsi: «Dovremo puntare sul contropiede, ma facendo attenzione perché la Samp ha grandi giocatori come Stankevicius che conosco molto bene. Cassano? È un calciatore straordinario». L'assist è perfetto.
Qui aeroporto, a voi Bogliasco dove in scena andava la conferenza stampa del lituano blucerchiato, nato proprio a Kaunas. «Il mister lo abbiamo conosciuto da un mese circa noi della nazionale - precisa l'esterno -, è uno preparato, meticoloso, che affronta le partite guardando ad ogni singolo fattore. Non sono un caso le vittorie contro Romania ed Austria, dimostrano che il nostro calcio sta crescendo». Vai dove ti porta il cuore, si dice così? Questa volta si cambia: «Sarà una partita come tutte le altre per me, l'unico obiettivo è dare una mano alla squadra per passare il turno di Uefa». E l'ex centrocampista del Brescia avverte: «Ma sappiamo bene che sottovalutare questo match sarebbe un gravissimo errore, conosciamo il valore dell'avversario e ne abbiamo studiato le caratteristiche», conclude Stankevicius. La formazione? Chance per Bonazzoli al fianco di Cassano, in difesa conferma per Bottinelli. A centrocampo nessuna novità e magari spazio per Dessena nel corso della partita. Diciannove convocati, ci sono anche i giovani Mustacchio, Marilungo e Kristicic.