Kennedy cercò di evitare il Vietnam

Tre anni prima che truppe da combattimento Usa cominciassero a metter piede in Indocina il presidente John F. Kennedy e l’Urss negoziarono segretamente per trovare una soluzione diplomatica alla guerra del Vietnam: lo rivelano documenti da poco scoperti in archivi americani e polacchi. Servendosi del suo ambasciatore in India John Kenneth Galbraith, Kennedy cercò canali per contattare Hanoi nell’aprile 1962 attraverso un importante diplomatico indiano. Contatti dietro le quinte vennero anche tentati nel gennaio del 1963, stavolta attraverso il governo polacco che trasmise l’apertura al governo sovietico. I documenti polacchi indicano che il Cremlino si rivelò assai più aperto che in passato davanti alla opportunità di usare la sua influenza su Hanoi per raffreddare un focolaio di tensione degli anni della Guerra Fredda.