Kenya: espulso Corsi, scrittore contro Obama

Espulso dallo stato africano lo scrittore neocon Jerome Corsi, autore di un libro contro il candidato democratico. Secondo alcune fonti sarebbe stato bloccato per aver violato le leggi sull'immigrazione

Nairobi - Il Kenya, paese d’origine del papà del candidato democratico, ha espulso Jerome Corsi, autore necon americano di un libro che fa a pezzi la biografia di Barack Obama.

Giallo sull'arresto
Lo scrittore "è stato fermato e è attualmente detenuto dai servizi dell’immigrazione" kenyani, ha detto il responsabile, che ha voluto l’anonimato, negando però che il provvedimento sia da mettere in relazione al libro anti Obama. "Come per tutte le altre persone, ci preoccupiamo dei suoi documenti d’immigrazione. Non ci interessano nè il suo libro nè di che tratta. Si tratta della legge del Kenya", ha detto la fonte.

Fermato prima di presentare il libro Secondo le notizie in arrivo da Nairobi, Corsi - che già nel 2004 scrisse un volume contro John Kerry, nel quale metteva in dubbio il suo impegno nella guerra in Vietnam - è stato fermato dalla polizia prima della presentanzione di "The Obama nation leftist politics and the cult of personality", dopo la quale avrebbe voluto recarsi da un fratellastro di Obama, George, che due mesi fa si è scoperto vive in condizioni di miseria in uno slum della capitale, per consegnargli un assegno da mille dollari. E sottolineare così il disinteresse del senatore di Chicago nei confronti dei suoi parenti in Kenya.

Complotto kenyano
Secondo quanto si legge nel messaggio promozionale per la presentazione del libro in Kenya, "Corsi avrebbe anche dovuto rendere pubblici i dettagli degli stretti legami segreti tra il candidato democratico e alcuni leader del governo kenyota, la loro connessione a certi settori nel Paese e un complotto da eseguire in Kenya se il senatore Obama vincerà" il voto del 4 novembre prossimo.