Kenya, italiano ucciso dalla moglie

Dino Emanuelli, 76enne di
Alessandria, è stato assassinato ieri a Malindi, dove viveva da
alcuni anni. A compiere il delitto Amina Dhalla al termine di una furibonda lite

Nairobi - Dino Emanuelli, 76 anni, nativo di Alessandria è stato assassinato ieri a Malindi, dove viveva da alcuni anni. A compiere il delitto, stando alla polizia locale, la sua convivente Amina Dhalla al termine di una furibonda lite, a quanto pare evento non infrequente nella villetta a nord di Malindi dove vivevano. L’uomo è stato ucciso con numerosi colpi alla pancia inferti con un grosso coltello da cucina. Lo rendono noto all’Ansa fonti consolari.

Il matrimonio con rito islamico Stando alle autorità locali la coppia si era sposata alcuni mesi fa con rito islamico, circostanza ignota alle autorità del Consolato, secondo le quali l’uomo, regolarmente registrato, risulta all’anagrafe consolare "separato". La polizia locale era stata chiamata ieri da Amina Dhalla che aveva denunciato che rapinatori erano entrati nella villa ed ucciso l’uomo. Ma la circostanza si è rivelata subito falsa, e la donna è stata immediatamente posta in stato di fermo.

La conferma della Farnesina La Farnesina ha confermato la notizia della morte di un connazionale ieri in Kenya. L’italiano, stando alle prime informazioni, sarebbe stato accoltellato. La sua identità non è stata ancora resa nota. "Attraverso l’ambasciata di Nairobi la Farnesina sta seguendo il caso in stretto contatto con le autorità legali - ha aggiunto il ministero degli Esteri - sono in corso delle indagini".