Il Kerala, la terra della pace tra indù, cristiani e musulmani

«Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina». Parafrasando questa citazione di Sant'Agostino, abbiamo chiesto a quattro signore di raccontarci quali sono le «pagine» del loro Paese di cui consigliano la lettura. E chissà che i loro consigli non possano offrire qualche spunto a chi non ha ancora pianificato le vacanze. Gabriella Kuruvilla, della «sua» India consiglia il Kerala, regione sud-occidentale che si affaccia sull'Oceano Indiano: «È una zona verdeggiante dove, per spostarsi da un paese all'altro, ci si muove in barca lungo fiumi». L'aspetto più affascinante, spiega, «è l'egualitarismo che permea la società e il fatto che qui cristiani, indù e musulmani vivono in pace».